Pressioni

“Fontana non può stare fermo, serve la zona rossa a Varese e serve subito”

Il senatore Pd Alessandro Alfieri non ha dubbi: "I dati lo dicono chiaramente, serve agire subito"

“Fontana non può stare fermo, serve la zona rossa a Varese e serve subito”
Varese, 31 Ottobre 2020 ore 14:07

L’appello del senatore Pd Alessandro Alfieri: fare la zona rossa a Varese, senza aspettare.

Zona rossa a Varese, Alfieri: “Servono misure più restrittive”

Nuovi casi in continuo aumento e ospedali in sempre maggiore difficoltà. Sono questi gli elementi che stanno portando molti, e secondo alcune indiscrezioni anche lo stesso Governo, a valutare l’istituzione di una zona rossa a Varese e provincia. Come a Milano, Napoli, e i territori dove ormai il coronavirus sembra sfuggito da ogni possibilità di controllo. Fermare tutto per due settimane per riorganizzare tracciamento e contromisure e, nel frattempo, cercare di recuperare il bandolo della matassa dei contatti e dei focolai che ormai non si riescono più a isolare.

Ma mentre il Presidente Attilio Fontana allontana almeno di qualche giorno l’ipotesi (che per la Lombardia riguarda anche Monza e Milano) preferendo aspettare i dati almeno dei prossimi giorni che dovrebbero mostrare (si spera) gli effetti delle misure restrittive adottate da Regione e Governo, c’è chi chiede di non perdere altro tempo. Tra questi, il senatore varesino del Pd Alessandro Alfieri.

“La situazione sta peggiorando, i numeri lo dicono chiaramente”

Una richiesta lanciata con un video su Facebook che parte dalle notizie fornite nei giorni scorsi da Ats e dall’Asst Sette Laghi e Valle Olona:

“Fontana non può stare fermo. Servono misure più restrittive, la situazione sta peggiorando e i dati ce lo dicono chiaramente: 1 persona su 4 che fa il tampone in provincia di Varese è positiva. Gli ospedali sono sovraccarichi, l’Ospedale di Circolo ha praticamente esaurito i posti a disposizione e ha deciso di aprire Angera. Ma non si possono fare aperture all’infinito, perchè mancano medici e infermieri e anzi Regione Lombardia ha avuto la brillante idea di spostarne alcuni all’Ospedale in Fiera. Dobbiamo tenerli qui per rafforzare le nostre strutture in provincia di Varese. E poi servono misure più restrittive, probabilmente serve la zona rossa ma serve convocare subito senza aspettare la settimana prossima i rappresentanti istituzionali, i sindacati, le associazioni di categoria e i direttori dell’ufficio scolastico provinciale per decidere insieme che cosa fare. Non si più più perdere tempo“.

TORNA ALLA HOME

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia