Ospedale

“Regione ascolti medici e infermieri di Saronno. Non c’è più spazio per il silenzio”

Il consigliere Pd Samuele Astuti: "Basta silenzi, se la Regione c'è batta un colpo"

“Regione ascolti medici e infermieri di Saronno. Non c’è più spazio per il silenzio”
Politica Saronno, 11 Gennaio 2021 ore 17:09

Dopo il presidio di questa mattina fuori dai cancelli dell’Ospedale di Saronno, il consigliere regionale Pd Samuele Astuti ribadisce la sua posizione: “La situazione dell’ospedale è grave”.

Ospedale di Saronno, Astuti: “Le proteste del personale non cadano nel vuoto”

Regione Lombardia non lasci cadere nel vuoto le proteste del personale medico, infermieristico e sociosanitario dell’Ospedale di Saronno. E’ l’appello lanciato dal consigliere regionale e capogruppo Pd in Commissione Sanità Samuele Astuti, a seguito del presidio tenutsi stamattina fuori dalla struttura sanitaria di piazza Borella.

LEGGI ANCHE: Presidio all’Ospedale di Saronno VIDEO

Una struttura che, si ricorda, serve 180mila persone su quattro province. “E’ un bene da preservare – ribadisce il consigliere – non c’è più spazio per il silenzio”.

LEGGI ANCHE: Ospedale di Saronno, petizione in Regione a fine mese: si può ancora firmare

“Silenzio emblematico da Regione”

“Quella di questa mattina – sottolinea Astuti – è l’ennesima presa di posizione forte, necessaria a far prendere coscienza che la situazione dell’ospedale è grave e che è necessario intervenire in fretta. Il silenzio di Regione Lombardia, che ha più volte sostenuto di voler puntare sulla struttura, vale più di mille parole ed è la dimostrazione che la Giunta non ha mai avuto nei suoi piani l’idea di formulare un piano d’azione consono all’importanza dell’ospedale. Se il problema è la mancanza di anestesisti è compito della Regione assumerli perché, come hanno giustamente sottolineato  gli operatori della struttura  nella lettera diffusa questa mattina, sono essenziali per garantire il corretto funzionamento di molti altri reparti”.

LEGGI ANCHE: Ospedale di Saronno, il Comitato: “Basta giustificazioni, chiediamo fatti concreti”

“Non vorrei – conclude Astuti – che l’avvicendamento all’assessorato, con la sostituzione di Gallera con Moratti, rafforzi l’immobilismo della Giunta. Oggi in piazza c’erano professioniste e professionisti che ogni giorno lavorano per curare migliaia di persone che, da troppo tempo, attendono una risposta. Se c’è, e non è scontato, Regione Lombardia batta un colpo”. 

TORNA ALLA HOME

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità