Alitalia

Malpensa, il leghista Monti attacca: “Astuti in malafede, chiaro boicottaggio da Roma”

Il consigliere si sarebbe aspettato una presa di posizione unanime contro quella che, ritiene, sia una "chiara strategia pensata a Roma"

Malpensa, il leghista Monti attacca: “Astuti in malafede, chiaro boicottaggio da Roma”
Gallarate, 17 Settembre 2020 ore 18:35

Dopo le parole di ieri del consigliere regionale Pd Samuele Astuti che ha definito un “brutto segnale” l’addio di Alitalia a Malpensa richiamando la Regione a stilare un piano regionale strategico per i suoi aeroporti, il collega leghista Emanuele Monti replica duro: “E’ in evidente malafede”.

Malpensa, scontro Lega-Pd dopo l’addio di Alitalia

C’è voluto qualche giorno ma lo scontro politico sul “caso Malpensa” è ormai innescato. Perchè per la Lega, come già evidente dalle parole del Presidente Attilio Fontana di pochi giorni fa, lo stop deciso da Alitalia ai voli da e per lo scalo gallaratese più che una scelta aziendale è una mossa politica “per colpire la Regione”. Mossa politica, ça va sans dire, secondo il Carroccio pensata a Roma ed eseguita dalla compagnia di bandiera Alitalia, che già a luglio aveva fatto pressioni per la riapertura anticipata di Linate. Aeroporto dove ora concentra i suoi voli.

LEGGI ANCHE: Alitalia lascia Malpensa. Fontana: “Attacco alla Lombardia, ennesimo sabotaggio dell’aeroporto”

“Dal Pd nessuna soluzione, solo tentativi di sabotaggio istruiti da Roma”

A poco sono servite le parole di Astuti ieri, che ha parlato di “brutto segnale” per l’addio di Alitalia. Secondo Monti la scelta della compagnia aerea e le parole del consigliere dem rappresentano “un comportamento inaccettabile a danno di Malpensa”.

“Il Pd, a partire dai suoi rappresentanti varesini, dovrebbe alzare la voce nei confronti delle decisioni prese a Roma altamente penalizzanti per l’aeroporto di Malpensa e per tutto il nostro territorio invece assistiamo al loro silenzio – attacca Monti – Astuti è in evidente malafede, in quanto fa finta di dimenticare che al governo siedono i suoi colleghi di partito, a partire dal Ministro dei Trasporti Paola De Micheli“.

LEGGI ANCHE: Astuti (Pd): “Brutto segnale per Malpensa. Occorre un piano regionale strategico”

“A Roma strategia chiara da tempo”

“Per mascherare l’assenza totale ai danni del nord e di Malpensa, i dem lombardi chiedono aiuto alla Regione – continua Monti – ma a Roma la strategia è chiara da tempo ed è quella di provare a chiudere Malpensa con le inevitabili ricadute sulle aziende e i lavoratori del territorio. Questo ennesimo boicottaggio nei confronti di Malpensa – dichiara il consigliere Monti – avrebbe bisogno di una risposta decisa e compatta da parte di tutti gli esponenti politici lombardi, a prescindere dai colori di partito. Assistiamo invece, da parte del Pd, a una imbarazzante difesa di chi in maniera scellerata sta mettendo in seria difficoltà il sistema aeroportuale lombardo, il suo indotto e i livelli occupazionali”.

TORNA ALLA HOME

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia