Menu
Cerca
Nuova puntata

Hub all’ex Pizzigoni, Veronesi (Lega): “Se tutto è a posto perchè aggredirci?”

Veronesi: "Il sindaco ha garantito che la struttura fosse adeguata, chiediamo solamente di dimistrarlo coi documenti"

Hub all’ex Pizzigoni, Veronesi (Lega): “Se tutto è a posto perchè aggredirci?”
Politica Saronno, 19 Aprile 2021 ore 14:04

Andrà probabilmente avanti fino a che non arriveranno le risposte dal sindaco la polemica sorta in seno all’interrogazione presentata dal consigliere della Lega Raffaele Fagioli sull’hub vaccinale all’ex Pizzigoni. L’ultima stoccata arriva ancora dal Carroccio, tramite un comunicato del Responsabile cittadino Angelo Veronesi, che riportiamo di seguito.

Hub all’ex Pizzigoni, Veronesi: “La reazione della maggioranza è mistificazione dei fatti”

Riteniamo che la reazione della maggioranza rappresenti una mistificazione dei fatti. Airoldi ha garantito che la struttura fosse a posto. Perché quando abbiamo chiesto di dimostrare le sue parole coi documenti siamo stati aggrediti? Il sindaco Airoldi ha qualcosa da nascondere? Come consiglieri di minoranza per avere informazioni è necessario farlo per iscritto. Le risposte arrivano di
norma entro 1 mese.

Nelle domande non c’è assolutamente nessun commento negativo sul punto vaccinale. Ribadiamo, come scritto in diversi nostri comunicati stampa, che il punto vaccinale regionale è arrivato a Saronno attraverso la più ampia collaborazione politico amministrativa, che non ha guardato in faccia al colore delle casacche tanto è vero che l’hub è regionale ed è stato deciso dalla Assessore Moratti alla quale è arrivata segnalazione grazie all’interessamento del consigliere regionale leghista Emanuele Monti.

A norma o no?

Il sindaco Airoldi che ringraziamo, ha garantito che la struttura fosse adeguata in quanto era già stata usata per il punto vaccini influenzali, quindi tutti ci siamo fidati delle sue parole pensando fossero vere.

Abbiamo però ricevuto alcune segnalazioni ed abbiamo preferito verificare sui documenti chiedendo al sindaco Airoldi, e agli assessori competenti, di farci avere documentazione comprovante quanto dichiarato a parole, giusto per dare delle risposte ai cittadini che ci hanno interpellato facendoci avere le foto dei bagni e di altre caratteristiche della struttura che potrebbero creare malessere per operatori e pazienti soprattutto con il caldo estivo. Non abbiamo reso pubbliche le domande proprio perché sono domande e non traggono alcuna conclusione né danno alcun giudizio.

Le domande sono queste e chiedo gentilmente a tutti di leggerle e segnalare in quali punti queste domande portano alle conclusioni che ha dato il sindaco Airoldi e gli altri partiti di maggioranza. A nostro parere nessuna di queste domande porta a conclusioni né a giudizi visto che sono solo il modo normale per avere informazioni.

Ecco le domande fatte che se non ci fosse nulla da nascondere sarebbero state risposte in tempo zero anziché aggredirci. Ma lascio ai gentili lettori il giudizio.

  1. La struttura è a norma con le prescrizioni normative antincendio? Se sì fornirci copia della relativa certificazione o richiesta della stessa
  2. La struttura è a norma per le prescrizioni normative diversamente abili? La struttura ha i bagni per disabili? Se sì fornirci copia della relativa certificazione o richiesta della stessa
  3. Cosa intende fare l’amministrazione in merito alla mancanza dell’impianto di aereazione per garantire corretti rapporti aero illuminanti?
  4. Cosa intende fare l’amministrazione in merito alla mancanza di impianto di climatizzazione per garantire il corretto ricambio d’aria e una temperatura accettabile per medici, infermieri, pazienti e volontari nei mesi estivi?
  5. Cosa intende fare l’amministrazione in merito alla mancanza di una copertura sufficiente per la zona d’attesa in ingresso tale da garantire il corretto distanziamento interpersonale ed un’adeguata copertura da intemperie e da raggi solari?
  6. Cosa ha fatto l’amministrazione fino ad oggi per mettere a norma e/o ammodernare e/o rendere adeguata la struttura?
  7. Quali spese sono state sostenute fino ad ora per mettere a norma e/o ammodernare e/o rendere adeguata la struttura?
  8. Quali soggetti sono stati incaricati per i lavori relativi per mettere a norma e/o ammodernare e/o rendere adeguata la struttura?
  9. Con quali criteri sono stati scelti i soggetti coinvolti per mettere a norma e/o ammodernare e/o rendere adeguata la struttura? Chiediamo copia dei bandi di incarico o dei documenti relativi alla modalità di assegnazione lavori.
  10. Quanto sono costati i mezzi pubblicitari, cioè cartellonistica, teloni pubblicitari, indicazioni stradali?
  11. A quale soggetto sono stati affidati i lavori per i mezzi pubblicitari di cui al punto 10.
  12. Quale è stato il criterio per affidare i lavori al soggetto di cui al punto 11? Si richiede copia del bando o della documentazione relativa alla modalità di assegnazione lavori.
  13. ATS ha autorizzato la presenza di musicisti e di altro intrattenimento musicale e di altro genere nella struttura?
  14. Sono state adottate tutte le misure anti covid necessarie per garantire la sicurezza sul posto di lavoro per i musicisti e per gli altri lavoratori e volontari coinvolti? Se sì, chiediamo copia della relativa certificazione e/o del piano di intervento e procedure di gestione covid-19 contenente una relazione sulla valutazione del rischio biologico specifico a seguito dell’emergenza SARS-CoV-2 causa della malattia Covid- 19, cosiddetto Coronavirus, procedure operative gestione del rischio coronavirus.
  15. Se, e quando, è stata riunita l’UCL (unità di crisi locale) dal settembre 2020 ad oggi; in caso affermativo chiediamo copia dei verbali delle riunioni.