Risposta

Amianto alle Ceppine? Pipolo replica al Pd: “Quella casa è a Lonate, hanno sbagliato assessore”

Pronto un Piano del Verde con interventi per 22mila euro e un centinaio di piantumazioni, oltre al taglio degli alberi che saranno ritenuti a rischio cedimento

Amianto alle Ceppine? Pipolo replica al Pd: “Quella casa è a Lonate, hanno sbagliato assessore”
Tradate, 17 Novembre 2020 ore 11:22

L’assessore all’Ambiente Vito Pipolo anticipa la risposta all’interrogazione presentata nei giorni scorsi dal gruppo Pd, in cui si chiedeva conto della messa in sicurezza del rione dopo la tempesta di vento di fine settembre e segnalava la presenza di amianto alle Ceppine, sul tetto di una casa danneggiato dal temporale.

Amianto alle Ceppine, Pipolo: “La casa è a Lonate”

Destinatario sbagliato, l’interrogazione va rivolta a Lonate Ceppino. Così l’assessore all’Ambiente Vito Pipolo risponde, in attesa del confronto nel prossimo consiglio comunale, all’interrogazione presentata ieri dai consiglieri dem Mauro Prestinoni e Marco Viscardi. Questione di metri: la casa “incriminata”, col tetto in amianto andato parzialmente in frantumi il 25 settembre quando una tromba d’aria ha investito il territorio e sparso su suolo tradatese, si trova subito al di là della linea di confine con Lonate Ceppino, che cade proprio sull’angolo tra via Rossini e via Campilunghi.

“Abbiamo fatto la nostra parte”

“Abbiamo fatto raccogliere i detriti agli addetti di Seprio, avviandoli poi a smaltimento tramite una ditta specializzata – fa sapere Piopolo – Il 28 settembre abbiamo scritto al sindaco di Lonate Clara Dalla Pozza informandola della situazione, informando successivamente Ats Insubria e per presa conoscenza la consulta delle Ceppine che aveva subito presentato la segnalazione. Credo quindi che i due consiglieri abbiano sbagliato indirizzo”.

Verso il ripristino del verde

Altro capitolo invece quello del verde, questo sì su suolo tradatese, pesantemente segnato dal forte vento con diversi crolli. “I danni potevano essere ben maggiori – aggiunge Pipolo – se tre anni fa con l’Amministrazione Galli non fossimo intervenuti con potatore, ridimensionamenti e taglio delle piante a rischio crollo. Quegli interventi, tanto contestati, hanno evitato enormi problemi”.

Comunque, nel Piano del Verde l’Amministrazione ha pronte piantumazioni e interventi per oltre 20mila euro che prenderanno avvio già da questo inverno:

“Dopo ikl 25 settembre abbiamo continuato a monitorare il patrimonio arboreo di tutta la città, individuando una serie di iniziative anche alle Ceppine e al plesso scolastico, dove dovremo tagliare il cedro che ha ormai 70 anni e presenta il tronco cavo e due betulle che risalgono a quando frequentavo io l’elementare. Tagli che saranno tutti compensati, come i crolli lungo via Rossini, con circa un centinaio di piantumazioni. Inoltre, riprenderemo gli interventi di potatura riportando altezze e fronde a tre anni fa con un intervento che non dovrà più essere drastico come allora, quando venivamo da 5 anni di mancata manutenzione, ma più lieve, e interverremo sulle piante che la perizia dell’agronomo riterrà a rischio caduta e che si trovano nei pressi di parchi, scuole e viali”.

TORNA ALLA HOME

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia