Cronaca
Fortuna

Lotteria Italia, biglietti vincenti a Cassano Magnago e alla "solita" Ferno

Ferno si conferma "città fortunata" d'Italia: è il terzo anno consecutivo che si registra almeno una vincita. Nel 2020 furono addirittura tre i biglietti estratti, quasi consecutivi

Lotteria Italia, biglietti vincenti a Cassano Magnago e alla "solita" Ferno
Cronaca Gallarate, 07 Gennaio 2022 ore 09:51

Una visita fugace quella della Dea Bendata in provincia di Varese per l'estrazione dei biglietti vincenti della Lotteria Italia 2021, nel giorno dell'Epifania. Due i biglietti vincenti, di terza categoria, estratti nella nostra provincia: a Cassano Magnago e a Ferno.

Lotteria Italia 2021 premi milionari

Il primo premio del concorso nazionale valeva ben 5 milioni di euro ed è stato vinto dal titolare di un biglietto acquistato a Roma. A Formigine (Modena) è andato il secondo premio da 2,5 milioni di euro, il terzo a Magliano Sabina (Rieti) da 2 milioni di euro, il quarto sempre a Roma (1,5 milioni di euro) e il quinto premio da 1 milione se l'è aggiudicato chi ha acquistato il biglietto venduto a Trapani.

Sono invece dieci i numeri estratti di seconda categoria, biglietti che hanno permesso una vincita da 100mila euro l'uno.

Doppio premio nel Varesotto

A Varese due i biglietti vincenti estratti nel giorno dell'Epifania. Estrazione di terza categoria, quindi con un premio lontano dalle cifre milionarie della prima o a cinque zeri della seconda, ma comunque abbastanza da permettere un nuovo anno più che sereno e togliersi qualche sfizio: 20mila euro.

I due fortunati hanno acquistato i biglietti a Cassano Magnago (F295137) e a Ferno (O348186). Quest'ultima si conferma città fortunata: è il terzo anno consecutivo che qui si registra una vittoria, un primato dovuto probabilmente anche al gran numero di biglietti venduti "grazie" all'aeroporto di Malpensa.

Nessun caso nazionale all'orizzonte come nel 2020, quando furono estratti tre biglietti quasi consecutivi. Una coincidenza tanto improbabile, ma non impossibile, che arrivò all'attenzione anche del Ministero delle Finanze e dell'Agenzia delle Entrate.

Seguici sui nostri canali