Cronaca
Covid

Figliuolo: "Obbligo vaccinale? Discussione sul nulla. Gli italiani sono persone intelligenti"

Il commissario all'avvio della campagna di somministrazione per la terza dose: "In questa fase abbiamo una copertura vaccinale dell′82% e andiamo avanti. Gli italiani sono molto più intelligenti di quanto qualcuno voglia farli sembrare".

Figliuolo: "Obbligo vaccinale? Discussione sul nulla. Gli italiani sono persone intelligenti"
Cronaca Varese, 21 Settembre 2021 ore 12:34

"L'obbligo vaccinale? Una discussione sul nulla. Gli italiani sono persone intelligenti e vanno avanti". Il commissario straordinario per l'emergenza Covid Francesco Paolo Figliuolo lascia intravvedere che non ci sia bisogno di arrivare all'imposizione.

Figliuolo: "Obbligo vaccinale non serve"

Nonostante i decreti sul Green pass - obbligatorio sul lavoro dal 15 ottobre - e una campagna vaccinale che ha ripreso vigore, anche alla luce di quest'ultimo provvedimento del Governo, sullo sfondo della discussione rimane sempre l'ipotesi dell'obbligo vaccinale.  D'altronde era stato proprio il premier Mario Draghi ad aprire a una possibili inoculazione per tutta la popolazione all'inizio di settembre.

Ma per il commissario per l'emergenza potrebbe non essercene bisogno. Vediamo perché

Vaccinazioni, nuovo boom di prenotazioni

Ospite a Treviso per l'apertura della campagna di somministrazione delle terze dosi - partita lunedì 20 settembre per i pazienti più fragili - il generale ha bollato il tema dell'obbligo come "una discussione sul nulla".

“In questa fase abbiamo una copertura vaccinale dell′82% e andiamo avanti. Gli italiani sono molto più intelligenti di quanto qualcuno voglia farli sembrare".

In effetti gli italiani vaccinati (con doppia dose) sono oltre 41 milioni (44 quelli che hanno ricevuto la prima),  con un netto incremento delle prenotazioni negli ultimi giorni, a seguito dell'ultimo decreto sul Green pass (nei giorni immediatamente successivi si sono contate punte del 40% in più).

"Mi appello agli indecisi - ha concluso il generale - Informatevi e poi fate una libera scelta, perché di sofferenza in giro per il Covid ce n'è stata tanta. Vedo poi che qui l'afflusso è già notevole e la struttura ideale. Il Veneto nella gestione è stato un modello".

 Non solo il Veneto. Anche nella vicina Lombardia i numeri danno ragione al commissario, con l'82% di vaccinati con due dosi, 87% con la prima.

Terza dose e referendum

Nell'occasione si è parlato ovviamente anche della terza dose e della raccolta firme per un referendum che abolisca il Green pass:

"Terza dose alle categorie più esposte? Ritengo che nei primi giorni di questa settimana ci sarà una riunione al Cts e ci daranno via libera, noi siamo pronti. I vaccini ci sono".

Sull'ipotesi referendum ha poi aggiunto:

"Tutti gli strumenti della democrazia quando vengono adottati vanno bene quindi, ok. Poi decideranno i cittadini sulla base delle loro scelte”.