Cronaca
Legnano

Colpiti dall'acido: a Legnano raccolta fondi per Giuseppe e William

Entrambi sfregiati dall'acido lanciato dalle rispettive ex, entrambi con risarcimenti negati e lasciati a sè stessi.

Colpiti dall'acido: a Legnano raccolta fondi per Giuseppe e William
Cronaca Alto Milanese, 28 Dicembre 2021 ore 16:51

Colpiti dall'acido: raccolta fondi per Giuseppe e William, due ragazzi che da anni devono fare i conti con le conseguenze dei danni provocati dall'acido con il quale sono stati feriti. Giuseppe Morgante è di Legnano e da tempo grida l'esigenza di un supporto maggiore da parte delle istituzioni.

Colpiti dall'acido: raccolta fondi per Giuseppe e William

Ferite che risalgono a più di due anni fa ma che ancora oggi segnano il fisico e l'animo di Giuseppe, colpito in volto dall'acido scagliatole in volto dalla ex, Sara Antonella Del Mastro. Non bastasse la sofferenza e la sua vita stravolta da quel maggio 2019, non ha ricevuto il sostegno economico che la sua condizione e la sua vicenda meriterebbero, perchè offeso da persone nulla tenenti. Così la zia ha da qualche giorno creato una raccolta fondi su GoFoundMe, dedicata al nipote e a William Pezzullo, un ragazzo che Giuseppe ha conosciuto e che dal 2012 vive la sua stessa odissea, anzi, come dice Morgante: "Tre volte peggiore". Giuseppe in questi giorni ha subito un'operazione, una delle tante ed è proprio per queste che la zia ha deciso di iniziare la raccolta fondi.

Le parole in un videomessaggio di Giuseppe

"Chiedo ai miei amici, a chi mi conosce e a chi non mi conosce, di aiutarmi a sostenere tutte le operazioni che devo fare per la mia salute. Per me e per William. Purtroppo lo Stato non ci ha dato nessun percorso sanitario e nessun risarcimento, quindi ho scelto di chiedere se qualcuno sia disposto ad accompagnarci in questo percorso obbligato, non solo economicamente".

"Cerchiamo di cambiare qualcosa, proporre qualche legge. Non si muove nulla da anni ed io e William ora abbiamo bisogno di operazioni che non possiamo permetterci. Abbiamo bisogno del vostro aiuto per tornare alla normalità. L'aiuto lo chiediamo economico ma può arrivarci anche da un chirurgo o da un politico. Sono il primo ad aiutare e ad impegnarmi per dire no alla violenza".

Seguici sui nostri canali