Politica
Saronno

"Ultimo atto di una maggioranza nata sotto la stella dell'opportunismo"

Col ritiro delle deleghe e l'uscita di Obiettivo Saronno si è sancita la fine dell'alleanza che al ballottaggio portò il centrosinistra in Municipio. Forza Italia: "Erano già sbagliati i presupposti che li avevano uniti"

"Ultimo atto di una maggioranza nata sotto la stella dell'opportunismo"
Politica Saronno, 14 Gennaio 2022 ore 10:32

Forza Italia si affianca alla Lega nel commentare l'estromissione di Novella Ciceroni dalla giunta di Saronno e, di fatto, quella di Obiettivo Saronno dalla maggioranza. E sgombra il campo da qualsiasi ipotesi di "supporto" alla maggioranza di Augusto Airoldi.

Saronno, Forza Italia: "Amministrazione ormai sfilacciata"

Con il ritiro delle deleghe da parte del Sindaco all’assessore Ciceroni abbiamo assistito all’ultimo atto che conferma l’instabilità di questa amministrazione ormai sfilacciata.

Il sindaco Airoldi in 15 mesi di governo della città ha prima perso un consigliere che, dichiarando la propria indipendenza ha deciso quasi subito di porsi all’opposizione e poi ha dovuto accogliere le dimissioni dell’assessore al bilancio. Ora abbiamo assistito al terzo duro colpo a questa già tormentata e traballante maggioranza. Al sentore che qualcosa non funzionasse già da tempo, sono seguite le conferme.

Con il ritiro delle deleghe all’assessore di Obiettivo Saronno, il sindaco Airoldi ha dimostrato che erano sbagliati già i presupposti che li vedevano uniti nella corsa al palazzo comunale. La mancanza di volontà nel coinvolgere ogni anima della sua maggioranza e l’assoluta assenza di trasparenza hanno contraddistinto poi il modus operandi di questo sindaco opaco, che apprezza i suoi uomini fedeli e contesta il dissenso. In questi 15 mesi abbiamo assistito a dimostrazioni di assoluta e completa autoreferenzialità fine a sé stessa.

È stata subito evidente l’incapacità del sindaco Airoldi nel riuscire a spronare la sua maggioranza nata sotto la stella dell’opportunismo politico al solo fine di avere la meglio sull’avversario. Le tante cadute di stile del primo cittadino, non ultima le definizione di “scuola di cartone”, hanno segnato la strada che a fatica sta cercando di continuare a percorrere. Sotto gli occhi di tutti rimangono gli errori nella gestione politica e la mancanza di apertura nei confronti dei cittadini che assistono impotenti alla deriva di una città che appare sempre più abbandonata a sé stessa, visibilmente più insicura e più trascurata.
Alla luce di tutto ciò Forza Italia, confermando la sua posizione nel centrodestra, ribadisce la sua azione di responsabile opposizione.