Menu
Cerca
Tradate

Sicurezza a Tradate, presentata la mozione-bis di Movimento Prealpino e Forza Italia

Si chiede di impegnare prioritariamente la Polzia locale contro spaccio e microcriminalità ma anche di rilanciare la figura del "vigile di quartiere"

Sicurezza a Tradate, presentata la mozione-bis di Movimento Prealpino e Forza Italia
Politica Tradate, 21 Aprile 2021 ore 09:21

Come annunciato, quella della Lega potrebbe non essere l’unica mozione a tema sicurezza a Tradate in discussione nel prossimo consiglio comunale.

Sicurezza a Tradate, seconda mozione dalla maggioranza

E’ stata infatti protocollata una seconda richiesta, simile, dai consiglieri del Movimento Prealpino e di Forza Italia che come quella del Carroccio chiede di impegnare il sindaco Giuseppe Bascialla e la sua giunta a impartire nuove direttive alla Polizia locale perchè si concentrino gli sforzi sul contrasto dello spaccio e della microcriminalità, soprattutto nella zona boschiva. Ma non solo: a differenza di quella presentata dalla Lega, la nuova mozione non si concentra solo sullo spaccio ma chiede anche il rilancio del “vigile di quartiere”.

Il testo della mozione

Oggetto: Mozione inerente “Azioni volte al contrasto della criminalità nel territorio di Tradate”

Premesso

  • che la Polizia locale è anche lo strumento istituzionale necessario al Sindaco per la prevenzione, la repressione ed il controllo degli illeciti circoscritti nell’ambito del territorio comunale e che è investita di una serie di attribuzioni e compiti istituzionali di notevole estensione e di fondamentale importanza per la collettività locale;
  • la necessità di una maggior tutela dei cittadini e del patrimonio della nostra città pongono quotidianamente l’Amministrazione Comunale di fronte all’esigenza di garantire maggiori servizi e maggior sicurezza per tutti;
  • che al fine di arginare episodi di vandalismo e di inciviltà, che si verificano sempre più spesso, l’Amministrazione Comunale può fare la sua parte con iniziative volte al rispetto ed alla tutela delle proprietà pubbliche e private.

Considerato

  • che durante l’Amministrazione Galli sono stati assunti nuovi agenti di polizia Locale avente come finalità l’ottimizzazione del servizio al fine di potenziare il controllo sul territorio;
  • che è evidente il miglioramento del servizio con agenti più presenti nelle strade della città;
  • che questi nuovi operatori di polizia locale svolgono con serietà e competenza il proprio lavoro sulle strade cittadine ed hanno acquisito piena professionalità collaborando responsabilmente alla difesa della sicurezza;
  • che l’Amministrazione ha impiegato notevoli risorse tecnico-finanziarie per la formazione delle anzidette figure professionali;
  • l’importante ruolo che svolge il Corpo di Polizia locale sempre più impegnato in compiti di controllo della sicurezza pubblica;

Visto

  • che questa richiesta è in piena sintonia con quanto più volte ribadito da questa Amministrazione Comunale che ha spesso evidenziato l’importanza della polizia locale.
  • che la figura del “vigile di quartiere” possa fungere da deterrente alla criminalità;

CONSIDERATO

  • La volontà dell’amministrazione comunale ben guidata dal Sindaco Bascialla è di garantire al contesto cittadino il massimo livello di sicurezza;
  • L’impegno che l’amministrazione comunale ha da sempre messo nel contrasto ad ogni fenomeno criminale, compreso quello relativo al traffico e all’uso di sostanze stupefacenti

SI IMPEGNA IL SINDACO E LA GIUNTA

  • A provvedere con le necessarie direttive operative affinché sia data adeguata rilevanza al contrasto della criminalità , in particolare quella legata allo spaccio e al consumo delle sostanze stupefacenti;
  • Ad attivarsi, in coordinamento con le autorità provinciali di pubblica sicurezza, e l’amministrazione del Parco Pineta, affinché siano organizzati pattugliamenti ed azioni di repressione dell’attività criminale legata allo sfruttamento della prostituzione, allo spaccio e ad ogni altro tipo di crimine presente all’interno dell’area del Parco Pineta e nell’area urbana della città;
  • Ad attivarsi con tutti i soggetti coinvolti ed interessati affinché sia definitivamente garantita una copertura telefonica adeguata all’interno dell’area del Parco Pineta;
  • Ad incentivare la presenza del vigile di quartiere;