Politica
Saronno

Servizi educativi a Saronno, Azione: "Bene che il Comune abbia corretto il tiro"

Saronno in Azione: "Ringraziamo gli assessori competenti per aver accolto in entrambi i casi le nostre istanze"

Servizi educativi a Saronno, Azione: "Bene che il Comune abbia corretto il tiro"
Politica Saronno, 01 Ottobre 2021 ore 10:31

Servizi educativi a Saronno, via al nuovo progetto Radici e attivati pre e post scuola in tutti gli istituti: il plauso del gruppo di Saronno in Azione all'Amministrazione. Il comunicato.

Servizi educativi a Saronno, "corretto il tiro"

Azione Saronno si congratula con l’amministrazione, che ha “corretto il tiro” sui servizi educativi annunciando due importanti novità, a lungo da noi richieste.

Prima di tutto, riparte in modo rinnovato e potenziato il progetto Ra.di.Ci., strumento fondamentale e strategico di supporto psicologico ed educativo per i ragazzi delle scuole superiori, dopo i dannosi ridimensionamenti degli anni passati. L’annuncio del Sindaco ci rende particolarmente lieti, vista la nostra consapevolezza della funzione preziosa di questo servizio nella vita di tanti studenti e, in particolare, di quelli che vivono esperienze di forte disagio socio-economico.

Inoltre, è di poche ore fa l’annuncio ufficiale da parte dell’assessore Musarò dell’avvio dei servizi di pre e post scuola, anche negli istituti in cui non si fossero raggiunti i numeri minimi di preiscrizioni previsti dal regolamento, venendo incontro alla nostra richiesta e accogliendo la nostra proposta in merito.

Si tratta di due misure tanto semplici quanto importanti per riaffermare la vicinanza dell’amministrazione alle famiglie in questo periodo di difficoltà e di ripartenza.

Ringraziamo gli assessori competenti per aver accolto in entrambi i casi le nostre istanze, dimostrando disponibilità all’ascolto e ragionevolezza, anche fino al punto di mettere in discussione decisioni precedentemente annunciate. Mentre alcune forze politiche si confermano costantemente alla ricerca di un tornaconto elettorale e di potere, questi avvenimenti ci confermano una volta di più il valore di un’azione politica pragmatica e orientata innanzitutto al dialogo costruttivo.