Saronno

Saronno, il Comune sospende i dischi orari ma non le strisce blu. Guzzetti: “Occasione persa”

Niente disco orario ma il parchimetro resta acceso a Saronno. Guzzetti: "Non basta, si segua l'esempio di Monza e Milano"

Saronno, il Comune sospende i dischi orari ma non le strisce blu. Guzzetti: “Occasione persa”
Saronno, 11 Novembre 2020 ore 12:08

I parcheggi a pagamento resteranno a pagamento, anche in questa fase di secondo lockdown “light”. Così ha deciso il sindaco Augusto Airoldi che nella sua ordinanza ha disposto la sola sospensione delle zone a disco orario. Sulle strisce bku si dovrà continuare a pagare.

Saronno non segue Milano: si continua a pagare sulle strisce blu

Nessuno spegnimento dei parchimetri. Il sindaco Airoldi ha deciso di non seguire l’esempio di Milano e di diverse altre città che hanno deciso di sospendere i pagamenti per chi lascia l’auto sulle strisce blu per incentivare il trasporto privato ed alleggerire quindi il trasporto pubblico, che resta uno dei primi indiziati sull’alto numero di contagi della seconda ondata epidemica.

Non accolta quindi la richiesta che nei giorni scorsi era stata avanzata dal consigliere della Lega Riccardo Guzzetti che nella sua interrogazione aveva portato proprio l’esempio di Milano e di Beppe Sala, ospite a Saronno a fine settembre proprio a sostegno di Airoldi.

L’ordinanza di Airoldi

Nell’ordinanza del 6 novembre, si prevedono:

  • Nessuna limitazione oraria nelle zone a disco orario;
  • Restano confermate, soste a pagamento, divieti nelle aree residenti, divieti nelle aree soggette a pulizia strade nei giorni ed orari previsti dalla segnaletica stradale ed in tutte le aree destinate a particolari veicoli ed utilizzatori (Bus, invalidi, carico/scarico, taxi, mezzi di soccorso).
  • In considerazione dell’impossibilità di modificare la segnaletica orizzontale e verticale in essere, la presente ordinanza ha valore dalla pubblicazione e portata a conoscenza dei cittadini residenti mediante il sito comunale e gli organi di informazione.

Guzzetti: “Scelta insufficiente”

Amaro il commento di Guzzetti:

“Apprendo con dispiacere che il sindaco abbia declinato la nostra disponibilità a collaborare nel bene della città e dei cittadini, attraverso un’ordinanza e senza nemmeno rispondere alla mia interrogazione che chiedeva proprio delucidazioni nel merito della questione. Ritengo che la scelta di eliminare le limitazioni solo nelle zone a disco orario sia insufficiente e non tiene conto del fatto che i residenti oggi si spostano a Saronno in auto per fare anche dei piccoli acquisti, garantire gli stalli blu gratuitamente potrebbe spingere molti saronnesi a usufruire del commercio offerto dalle nostre botteghe cittadine, già oggi provate da semichiusure e fortissime limitazioni”.

“Facciamo come Monza e Milano”

“Prendiamo esempio da comuni vicino a noi come Monza e Milano – continua il consigliere – che hanno sospeso il pagamento dei parcheggi delineati da strisce blu e hanno anche sospeso le multe alle auto per il lavaggio stradale, perché è ovvio come i cittadini in quarantena obbligatoria non possano uscire di casa per spostare l’auto.

Comunque, la nostra voglia di proporre, collaborare e aiutare Saronno e i saronnesi non si ferma davanti al silenzio dell’amministrazione, continueremo anzi a confrontarci con i cittadini e con le categorie per proporre soluzioni utili alla città. Sperando di essere ascoltati”.

TORNA ALLA HOME

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia