Menu
Cerca
Politica

Raccolta firme per l'ospedale, la Lega: "Obiettivo Saronno non si fida di Airodi?"

Veronesi: "Perché Airoldi non ha presentato la raccolta firme di Obiettivo Saronno?"

Raccolta firme per l'ospedale, la Lega: "Obiettivo Saronno non si fida di Airodi?"
Politica Saronno, 12 Maggio 2021 ore 17:09

Obiettivo Saronno la scorsa settimana ha scritto all'assessore al Welfare Letizia Moratti per organizzare la consegna della raccolta firme avviata un anno fa e in cui si chiede di non abbandonare l'ospedale di Saronno. La Lega, tramite una nota del suo responsabile e membro della Commissione Sanità Angelo Veronesi, torna a ribadire il suo parere: "Non ha senso".

Raccolta firme per l'ospedale, la Lega: "Obiettivo Saronno non si fida di Airoldi?"

Obiettivo Saronno non si fida del suo sindaco Airoldi oppure ha rilanciato la raccolta firme alla ricerca della visibilità? L'Ospedale non è mai stato a rischio chiusura come ha ribadito più volte la Regione. Inscenare una raccolta firme contro la chiusura dell'ospedale sarebbe come inscenare una raccolta firme contro la chiusura del Comune qualora passassimo in Città Metropolitana. Non ha senso.

Emanuele Monti presidente della commissione sanità regionale ha invitato tutti i sindaci del saronnese, Augusto Airoldi compreso, ad un tavolo per discutere concretamente di come risolvere le problematiche dell'ospedale.

Cinque anni fa stesso tavolo era stato fatto con il sindaco Alessandro Fagioli. Ai tempi si lamentava la scarsità di fondi per la struttura ospedaliera. In cinque anni il bilancio dell'Ospedale ha visto un incremento di circa 30 milioni di euro di investimenti in più.

Ora il problema è la carenza dei medici dovuta a diversi fattori, che non sono più le carenze strutturali, già risolte grazie alla Regione e all'interessamento del sindaco Fagioli, ma sono diventate carenze di personale. Molte strutture di medie dimensioni come quella saronnese, soffrono in tutta Italia della carenza di personale medico. Emanuele Monti ha messo sul tavolo dei sindaci la valutazione di una modifica dei confini dell'azienda ospedaliera inglobando Saronno nelle più vicine realtà dell'ASST Lariana o dell'ASST Rhodense. I vantaggi sono nella vicinanza che consentirebbe di fare fronte alla carenza di medici organizzandosi con i presidi più vicini e nelle specializzazioni completatari che consentirebbero al presidio di Saronno di crescere professionalmente.

Perché Airoldi non ha presentato la raccolta firme di Obiettivo Saronno? Evidentemente perché non vuole mettere la faccia su una raccolta firme il cui unico obiettivo era la campagna elettorale. Le bugie hanno le gambe corte.