Politica
Saronno

Furia Lega: "Sono riusciti a perdere 4 milioni. Qual è ora il piano B per la Rodari?"

Il Carroccio: "Dovevano solo prendersi ingiustamente i meriti e costruire la nuova scuola, sono riusciti a non rispettare i tempi di un semplice bando"

Furia Lega: "Sono riusciti a perdere 4 milioni. Qual è ora il piano B per la Rodari?"
Politica Saronno, 14 Dicembre 2021 ore 14:41

Il ritardo nelle pratiche di appalto per la realizzazione della nuova scuola Rodari rischia di far perdere al Comune i 4 milioni di euro assegnati dal Ministero dell'Istruzione. "Rischia", nel senso che tutto dipenderà proprio dal Ministero, che dovrà decidere se accogliere o meno l'istanza di variazione avanzata dal Comune. Di fatto, una proroga.

La vicenda però ha scatenato l'ennesima polemica e le furie della Lega, la cui Amministrazione aveva lasciato in "eredità" bando, fondi e progetto. Eredità che ora potrebbe finire al vento.

Scuola Rodari, fondi a rischio. Lega all'attacco

Di seguito, il comunicato stampa firmato da Angelo Veronesi, responsabile della Lega Lombarda Saronno.

Il sindaco Airoldi e l'assessore Ciceroni ci informano di aver perso 4 milioni di euro per la nuova scuola Rodari. E' necessario dare risposte certe ai cittadini che mandano i figli alla Rodari. Che cosa avete intenzione di fare? C'è un piano B?

Proprio l’assessore Ciceroni ci aveva dato addosso ingiustamente reclamando la sua presunta bravura nell'intercettare fantomatici fondi europei e sostenendo la necessità di affidarsi a consulenti esterni. Ci aspettiamo che questi fantomatici fondi europei facciano capolino, altrimenti sarà un fallimento di enormi proporzioni per questa amministrazione. I soldi: 4 milioni di euro erano già stati recuperati con fatica dall'amministrazione Fagioli.

Per l'amministrazione Airoldi si trattava solo di prendersene ingiustamente tutto il merito e finalmente costruire la nuova scuola senza fare nemmeno tanta fatica. Come è possibile che persone tanto brave ad intestarsi i meriti altrui, non siano state capaci di rispettare i tempi dettati da un semplice bando? E' un danno enorme per la città e per i cittadini residenti al Prealpi.

L'amministrazione Fagioli con enormi difficoltà aveva messo da parte 1 milione di euro in due anni per partecipare al bando e poter costruire la nuova scuola Rodari. Era un progetto a lungo termine per il bene dei cittadini e della città.

Dove si è nascosto il signor Silighini? Quello che sosteneva di non aver visto niente in 5 anni di amministrazione? 4 milioni di euro per la Rodari non erano niente se non una bella favola? Talmente una bella favola che l'amministrazione Airoldi che Silighini appoggia ha perso 4 milioni di euro.

Dove si sono nascosti i consulenti esterni dell’assessore Ciceroni addetti ai bandi? Durante l'amministrazione Fagioli il Comune di Saronno partecipava regolarmente ai finanziamenti del Fondo Sociale Europeo (FSE) 2014-2020 e a tutti i bandi grazie alle sole forze dei bravi dipendenti comunali che settore per settore monitoravano attentamente tutti i finanziamenti possibili. Ora pur con l'aiuto dei tanto decantati consulenti esterni di questa amministrazione il Comune ha perso 4 milioni di euro?

I dipendenti del Comune avevano sempre dimostrato precisione e attenzione nel monitorare le pubblicazioni dei bandi, pertanto rivolgersi a consulenti esterni si è rivelato uno sperpero immotivato di denaro pubblico come dimostra quanto accaduto.

Cosa succederà adesso? C'è un piano B? Spenderanno ulteriori soldi per consulenze esterne per narrarci un'altra favola?

L'amministrazione Fagioli aveva pensato ad un progetto alternativo qualora i fondi non fossero arrivati, cioè di vendere il terreno comunale della ex ALS di via Manzoni per ricavare 1 milione di euro ed avere i soldi necessari per ristrutturare la scuola Rodari.

Adesso la situazione è completamente differente rispetto ad un anno fa. Adesso i soldi possono essere spesi ed il Comune può investire nella ristrutturazione attraverso mutui che fino a che eravamo in amministrazione era impensabili a causa delle limitazioni dovute al patto di stabilità.

Cosa saranno capaci di fare gli amministratori di "Saronno siamo noi"? Ci decanteranno di una Saronno città sconfinata? Di sconfinato vediamo solo i disastri. Il disastro delle luci di Natale. Il disastro di aver speso 10 volte più del necessario per assumere due dirigenti comunali scelti al di fuori dei bravi dipendenti comunali. Il disastro di aver perso 4 milioni di euro per la scuola Rodari. Il disastro di essere tornati in un solo anno a situazioni di criminalità in Stazione paragonabili a quelle che si verificavano durante l'amministrazione Porro. Povera Saronno.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter