Politica
Politica

"Cinque milioni non bastano. Siamo di fronte alla moltiplicazione dei pani e dei pesci"

Sono tanti i campi di intervento che l'Amministrazione di Saronno vorrebbe finanziare coi fondi del PNRR. Ma basteranno cinque milioni?

"Cinque milioni non bastano. Siamo di fronte alla moltiplicazione dei pani e dei pesci"
Politica Saronno, 08 Gennaio 2022 ore 09:57

In attesa di sapere cosa intende fare, nel dettaglio, l'Amministrazione di Saronno coi 5 milioni di euro stanziati dal bando per la Rigenerazione Urbana finanziato coi fondi del PNRR in città è già iniziato il dibattito. Tante le pagine del libro dei sogni della maggioranza di Airoldi, che punta a riqualificare centri sportivi, palazzi, luoghi di cultura e quant'altro. Basteranno i soldi? Secondo la Lega, no.

Fondi PNRR, tante idee. La Lega: "Non bastano"

"Cinque milioni di euro non sono nemmeno sufficienti per ottenere i certificati antincendio per gli edifici comunali. È per questo che abbiamo indebitato i nostri figli? Sono questi i fondi strutturali europei?

Speriamo che almeno questa volta i tempi per ottenere questi pochi soldi siano rispettati. Questa amministrazione non ha rispettato i tempi per ottenere quattro milioni di euro per la scuola Rodari. Come la volpe che non riusciva a raggiungere l'uva hanno sostenuto che l'uva era acerba, cercando di screditare il progetto preliminare che ha vinto il bando ministeriale sostenendo che la scuola sarebbe stata di cartone.

Affermazioni assolutamente false e diffamatorie. Sostengono che cinque milioni di euro non siano sufficienti per la scuola Rodari, ma poi magnificano questi cinque milioni di euro e sembra che con questi soldi possano sistemare un numero indefinito di edifici, strade, tutta Saronno.

Siamo di fronte al miracolo della moltiplicazione dei pani e dei pesci. Cinque milioni che non sono sufficienti per la Rodari diventano miracolosamente sufficienti per tutti i progetti di questa magica amministrazione. Speriamo che i soldi del PNRR non servano solo per pagare i progettisti e le consulenze esterne senza poi riuscire a rispettare le tempistiche per concretizzare i progetti. Rodari insegna. Devono spiegare ai cittadini come sia possibile che non abbiano rispettato i tempi, sebbene tutto fosse già pronto. Come faranno ora a rispettare i tempi visto che non è pronto niente?"