Politica
Saronno

Ciceroni: "Città consegnata a Gilli, la vecchia politica ha vinto ancora"

L'ex assessore: "Anche Milano ha perso il bando del MIUR, eppure Sala non ha cacciato il suo assessore"

Ciceroni: "Città consegnata a Gilli, la vecchia politica ha vinto ancora"
Politica Saronno, 18 Gennaio 2022 ore 10:48

Continua la telenovela della politica saronnese, colpita dal terremoto delle deleghe revocate a Novella Ciceroni, fino a giovedì scorso delegata ai Lavori Pubblici, e dalla conseguente uscita dalla maggioranza di Obiettivo Saronno.

Ciceroni: "Città consegnata a Gilli"

Restano però diversi dubbi sul ritiro delle deleghe. Airoldi, nel comunicato che annunciava l'addio all'ex alleata, ha parlato di divergenze "di metodo e nel merito", senza però mai scendere nel dettaglio. L'ipotesi che va per la maggiore, è che il ritiro delle deleghe sia legato, oltre che alle "intemperanze" in consiglio del gruppo di Obiettivo Saronno, alla figuraccia della perdita dei fondi per la nuova scuola Rodari, 4 milioni persi per il mancato rispetto dei tempi previsti dal bando Miur.

Peccato grave (ammesso che le responsabilità siano tutte di Ciceroni), ma non così tanto da giustificare la messa alla porta, come spiega la diretta interessata:

"Molti altri Comuni della Lombardia, fra cui Milano, e la Regione Sardegna non sono riusciti a rispettare i termini fissati dal MIUR e hanno ricevuto un diniego alla richiesta di proroga, con perdita del finanziamento di decine di milioni di euro. E’ questo il motivo per cui c’è una alta probabilità che il Governo, tramite l’attuazione del decreto mille proroghe di fine 2021, accetti la nostra richiesta di proroga sulla data di affidamento dei lavori per la nuova Rodari.  Non mi sembra che il Sindaco Sala abbia rimosso il suo Assessore ai Lavori Pubblici.

Invece il nostro Sindaco si, e con questa sua mossa e l’inevitabile e prevedibile uscita di Obiettivo Saronno dalla maggioranza, ha dato in mano l’amministrazione della città al Presidente del Consiglio Comunale Pierluigi Gilli (il suo voto, infatti, da solo può determinare cosa passa in consiglio e cosa no, ndr).  La vecchia politica saronnese ha vinto ancora una volta! Per quanto tempo, lo decideranno i cittadini saronnesi".

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter