Saronno

Caos neve a Saronno, alla Lega le scuse di Airoldi non bastano: “Sempre colpa degli altri”

La Lega: "Non ci possiamo permettere che un’ambulanza o un autobus di linea rimanga bloccato com'è successo tra via Bergamo e via Visconti"

Caos neve a Saronno, alla Lega le scuse di Airoldi non bastano: “Sempre colpa degli altri”
Politica Saronno, 29 Dicembre 2020 ore 10:58

Non sono bastate le scuse del sindaco Augusto Airoldi, fatte più volte a tutti i cittadini, a stemperare le critiche per il caos neve visto ieri a Saronno, nè l’indicazione delle “colpe” all’AMSA che non avrebbe rispettato le indicazioni del piano neve nella salatura delle strade e nel numero di spalaneve impegnati per le strade.

Caos neve a Saronno, la Lega: “Iniziato lo scarico di responsabilità”

Operai al lavoro questa mattina, martedì 29 dicembre, per la pulizia delle strade dalla neve, dopo una “giornata di fuoco” per le strade cittadine tra neve, ghiaccio e mezzi bloccati. Interventi che però non bastano a far rinfoderare le critiche da parte della Lega di fronte alla gestione dell’Amministrazione vista ieri, nella seconda nevicata annunciata dell’anno.

“Non è emergenza dato che si sapeva da giorni che sarebbe nevicato abbondantemente – attaccano i leghisti – Il Piano neve c’era: La colpa è dell’AMSA? È iniziato come al solito lo scarico delle proprie responsabilità”.

“Non siamo a Livigno”

“In via Frua e in via Bergamo gli spazzaneve non sono passati, e garantire l’accesso all’Ospedale fa parte dell’emergenza Covid: saper gestire situazioni di disagio veicolare al fine di permettere ai mezzi di soccorso di poter intervenire è evidentemente necessario e prioritario – ricordano dal Carroccio – Non siamo a Livigno, le arterie principali e specialmente i cavalcavia devono essere puliti, non ci possiamo permettere che un’ambulanza o un autobus di linea rimanga bloccato com’è successo tra via Bergamo e via Visconti. Ricordiamo a tutti che l’amministrazione Fagioli fu criticata per il troppo sale gettato sulle strade e marciapiedi per prevenire gelate. Qui sul fondo stradale il sale non si è visto pertanto Saronno sarà una pista di pattinaggio se le temperature non saliranno. Magari i nuovi vertici saronnesi hanno voluto risparmiare i soldi per pagare i due addetti allo staff del sindaco. In passato erano proprio loro a sostenere che lo staff servisse per gli inadeguati, ma evidentemente parlavano giusto per loro visti i risultati: Saronno paralizzata da una nevicata”.

TORNA ALLA HOME

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità