I dubbi

Astuti: “I conti non tornano. Se sono sufficienti, perchè fare gare per un milione di dosi in più?”

Tra le problematiche anche il prezzo: la Lombardia ha pagato per ogni dose tre volte tanto rispetto Veneto ed Emilia

Astuti: “I conti non tornano. Se sono sufficienti, perchè fare gare per un milione di dosi in più?”
Varese, 09 Ottobre 2020 ore 14:29

Vaccini e dosi acquistate dalle Regione, qualcosa non torna. Dai costi sostenuti al numero di dosi, i dubbi del consigliere Pd Samuele Astuti.

Astuti: “Prezzi e quantità, qualcosa non va”

“Dai numeri sulle vaccinazioni diffusi ieri (giovedì 8 ottobre) dalla giunta regionale non tornano almeno due dati. Avevano fatto gare per un milione di dosi in più che non sono riusciti a reperire, com’è possibile che ora siano sufficienti? Era sbagliato il quantitativo delle ultime gare o stanno giustificando i quantitativi a loro disposizione? Il secondo dato è il prezzo, perché la Lombardia ottiene dosi a un costo medio di 14 euro, due volte e mezzo in più che in Veneto e in Emilia Romagna, che li hanno acquistati a prezzi che vanno dai 5,22 euro ai 5,77 a dose, a seconda delle gare”.

LEGGI ANCHE: Caos vaccini e dubbi nei cittadini: ne abbiamo parlato con medici, farmacisti e Regione

“Evidente che ci siano stati problemi”

Per il consigliere regionale, questi dati sono la dimostrazione che “in Lombardia ci sono stati dei problemi”.

Ma c’è anche un altro problema: gli adulti non ricompresi nelle categorie indicate dalla campagna vaccinale, “che rimangono totalmente scoperti fino a quando non si scoprirà se alla Regione avanzano dosi – lamenta Astuti –  Tutta questa fascia di popolazione rimarrà scoperta sicuramente fino a dicembre, e non è detto che riesca ad avere il vaccino. Stiamo parlando della popolazione attiva, che è anche un possibile veicolo del virus“.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia