Politica

Astuti: “Da Gallera dichiarazioni inaccettabili. Tutta la Giunta inadeguata”

Il consigliere: "Intollerabili e irrispettosi le carenze organizzative e ritardi di chi amministra la Lombardia"

Astuti: “Da Gallera dichiarazioni inaccettabili. Tutta la Giunta inadeguata”
Politica Varese, 04 Gennaio 2021 ore 13:12

Le dichiarazioni dell’assessore al Welfare Giulio Gallera oltre che alla Lega non sono piaciute ovviamente all’opposizione. Il consigliere Pd Samuele Astuti: “Credibilità al minimo ma non basta mandare via lui”.

Bufera su Gallera, Astuti: “Dichiarazioni inaccettabili”

L’intervista di Gallera e le sue parole sui tempi lenti della campagna vaccinale contro il Covid in Lombardia sollevano un nuovo caso con al centro proprio il vertice del Welfare regionale. I primi a prendere le distanze erano stati proprio ieri i leghisti, in via più e meno ufficiali. Una frattura, quella tra Gallera e il Carroccio, che già era emersa terminata la fase più acuta dell’emergenza e poi a luglio, quando un rimpasto di giunta sembrava ormai cosa sicura. Mal di pancia in maggioranza rientrati (pare) dopo una difesa del suo assessore da parte del Presidente Attilio Fontana ma una ferita che sembra non si sia rimarginata.

LEGGI ANCHE: “Non faccio rientrare i medici dalle ferie per i vaccini”. Nuova bufera su Gallera e la Lega lo scarica, di nuovo

Dichiarazioni e polemiche successive che prestano il fianco per nuovi attacchi dalle opposizioni, che dopo mesi a evidenziare problemi e carenze nella gestione della vaccinazione antinfluenzale ora temono lo stesso flop per quella contro il Covid.

“Non basta mandare via Gallera”

“Le dichiarazioni di Gallera sono inaccettabili tanto quanto i ritardi nella somministrazione dei vaccini anti Covid – sottolinea infatti il consigliere regionale Pd Samuele Astuti – Il Pd chiese le dimissioni in Aula di Gallera già ad aprile, quando furono chiari a tutti gli errori compiuti nelle RSA e nella gestione della pandemia, ma allora la Lega lo salvò. Lo fece per una sola ragione, perché sapeva che le responsabilità non erano solo dell’assessore ma anche di Fontana e di tutta la sua giunta. Era vero allora ed è ancora più vero oggi. Ormai la credibilità dell’assessore è al minimo ed è incompatibile con la guida della sanità lombarda, ma non basta mandare via Gallera per raddrizzare la situazione, sono il presidente Fontana e l’intera giunta ad essersi dimostrati una volta di più inadeguati a guidare la Lombardia. Quindi, ci aspettiamo che si corra nella somministrazione dei vaccini anti Covid e si recuperi il tempo perso, perché le carenze organizzative e i ritardi di chi amministra la Lombardia ci sembrano davvero intollerabili e irrispettosi nei confronti di cittadini e operatori sanitari che hanno dimostrato in questi mesi di essere di gran lunga più responsabili e concreti di chi amministra la regione in cui abitano”.

TORNA ALLA HOME

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità