Trasporto pubblico

Nuovo corso a Saronno, le speranze dei pendolari: “Speriamo in maggiore attenzione”

Il messaggio del Comitato Pendolari alla nuova Amministrazione: "Cè molto da fare"

Nuovo corso a Saronno, le speranze dei pendolari: “Speriamo in maggiore attenzione”
Saronno, 05 Ottobre 2020 ore 19:23

Nemmeno il tempo della proclamazione e già per il neosindaco di Saronno Augusto Airoldi inizia il lavoro da fare. Dopo lo stop alle attività amministrative per le elezioni e il ballottaggio, tra i primi “dossier” sulla sua scrivania quello del trasporto pubblico.

Saronno, il Comitato Pendolari: “C’è molto da fare”

Il tema era entrato anche nella campagna elettorale e ora con il cambiamento alla guida della città rappresentato da Augusto Airoldi e della sua coalizione c’è chi si aspetta una svolta anche nel mondo del trasporto pubblico. Su tutte, la prima voce che si alza sull’argomento è quella del Comitato Pendolari che più volte nel corso degli anni ha sollevato problemi e criticità vissuti quotidianamente dalle centinaia di saronnesi che si muovono coi mezzi pubblici. E d’altronde, con Obiettivo Saronno in maggioranza dopo l’apparentamento, il programma per la nuova mobilità proposta in campagna elettorale rientra tra le “cose da fare” nel prossimo mandato.

“In merito al nuovo corso amministrativo della città di Saronno, auspichiamo che il nuovo Sindaco Augusto Airoldi e la sua Giunta siano più attenti e attivi che nel recente passato alle problematiche del Servizio Ferroviario e del Trasporto Pubblico Locale in generale, nel rispetto ovviamente dei ruoli istituzionali – scrivono i pendolari in una nota – Questo non per il Comitato, che è un’attività hobbistica e di volontariato per chi si vuole esporre e ne ha tempo e voglia, bensì in nome dei viaggiatori saronnesi e della Cittadinanza tutta (o meglio, almeno di quella parte che vuole la transizione a una mobilità più moderna e sostenibile). Da fare c’è molto: lottare contro i tagli al servizio operati da Regione Lombardia, contrastare il degrado a Saronno Sud, seguire il processo di doppia integrazione tariffaria (STIBM Milano-Monza e Varese), la gara e i nuovi contratti TPL, la partecipazione in Agenzia TPL…”.

TORNA ALLA HOME

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia