Elezioni 2020

Trasporto pubblico, il progetto di Obiettivo Saronno: una “circolare urbana green”

Basta cambi, coincidenze perse e mezzi inquinanti: la rivoluzione proposta da Obiettivo Saronno

Trasporto pubblico, il progetto di Obiettivo Saronno: una “circolare urbana green”
Saronno, 08 Settembre 2020 ore 16:12

Nel programma per i prossimi cinque anni, Obiettivo Saronno propone anche una rivoluzione sul Trasporto Pubblico Locale cittadino, con un nuovo “disegno” che permetta ai cittadini di non impazzire e perdere tempo tra cambi di autobus e fermate.

Trasporto Pubblico, il progetto di Obiettivo Saronno

Pubblichiamo di seguito il comunicato stampa di Obiettivo Saronno sul progetto di “circolare urbana green” con cui si vorrebbe rivoluzionare il Trasporto Pubblico cittadino.

Nel 2021 il Comune di Saronno rinnoverà il contratto con l’azienda di trasporto pubblico locale. Perché non valutare la possibilità di inserire, nelle specifiche di gara, la creazione di una nuova linea di autobus in grado di trasportare i cittadini da una parte all’altra della città senza l’obbligo di cambiare autobus al capolinea in Centro?

La Linea Circolare Urbana

La Linea Circolare Urbana, così abbiamo denominato questo progetto di cui stiamo valutando la fattibilità è una nuova linea pensata per tutti, per le persone in difficoltà negli spostamenti in città, per chi non ha altri mezzi di trasporto o per chi vuole cercare di evitare l’uso di mezzi motorizzati. Abbiamo ipotizzato il capolinea alla Stazione di Saronno Sud e il percorso sviluppato in diverse fermate in ogni quartiere della città e nei luoghi cittadini di interesse – ad esempio il Cimitero, il Municipio, l’Ospedale, la Piscina – una soluzione che consentirebbe, inoltre, di dare una svolta significativa alla viabilità saronnese, una criticità del nostro territorio.

Immaginiamo un anziano senza patente o senza auto, residente al Matteotti, che si debba recare all’ospedale per alcuni esami. Oggi questa persona perde molto tempo perché è obbligata a percorrere un tragitto lungo e articolato: prendere la Linea 4, fare il giro del quartiere, arrivare in Centro, scendere dal mezzo, aspettare per poi prendere la coincidenza con la Linea 2 fino all’ospedale. Un simile disagio coinvolge anche i residenti della Cascina Colombara, ad esempio gli studenti che vorrebbero recarsi a scuola usufruendo del trasporto pubblico a disposizione: ciò è difficilmente praticabile a causa dei tempi stretti, a meno di uscire di casa all’alba incrociando le dita nelle coincidenze tra le varie linee.
Pensiamo anche ai pendolari che, per trovare un posto a sedere sul treno, preferiscono recarsi alla Stazione di Saronno Sud utilizzando così l’auto. O ancora, pensiamo ad un preadolescente che voglia raggiungere la piscina per i suoi allenamenti settimanali senza dipendere dai genitori o dai nonni: non sarebbe bello se potesse farlo in sicurezza usufruendo di un servizio di trasporto efficiente in termini di tempo di viaggio?

La nuova Linea Circolare Urbana, con il percorso ipotizzato da Obiettivo Saronno e visibile nella mappa allegata, porterebbe molti vantaggi ai Saronnesi: oltre a quelli descritti poco fa, la Linea consentirebbe di ridurre il numero di auto circolanti con beneficio per il traffico e per la disponibilità di parcheggi. E poi avrebbe un valore sociale importante perché consentirebbe alle persone, che sono prive di altri mezzi, di essere autonome nei loro spostamenti senza dover dipendere da parenti, amici o conoscenti.

Nell’ottica dell’impatto ambientale, abbiamo pensato ad una Linea green che utilizzi, cioè, mezzi di trasporto elettrici o ibridi con l’obiettivo di ridurre al minimo le emissioni in atmosfera. Questo concetto, per Obiettivo Saronno, vale anche per le linee di autobus già esistenti: la nostra idea è di valutare l’uso di mezzi ecologici e correttamente dimensionati in termini di posti disponibili, in modo da offrire un servizio ai cittadini che risponda alle esigenze, senza impatti negativi e senza sprechi.

Nuovi tragitti per una città che si trasforma

Un ultimo aspetto è quello di rivedere i percorsi delle linee di autobus esistenti: l’organizzazione della città cambia nel tempo – demolizioni e costruzioni di edifici, spostamento di luoghi di interesse pubblico – e ciò porta ad avere nuovi punti di riferimento che dovrebbero spingere l’Amministrazione a rivedere i tragitti del trasporto pubblico. Il rischio, altrimenti, è quello di fornire il servizio in zone della città disabitate o non più frequentate. In quest’ottica abbiamo intenzione di valutare anche l’introduzione di corse domenicali. Obiettivo Saronno si è già attivata con l’Azienda di trasporto pubblico locale del bacino di Como, Lecco e Varese per valutare la fattibilità di queste proposte.

Una nuova mobilità intelligente

Questi progetti si inseriscono nel tema più ampio della mobilità intelligente e sostenibile che Obiettivo Saronno ha considerato nel suo Programma amministrativo: per poterli realizzare parteciperemo al bando di domanda pubblica intelligente, denominato Fabbisogno di mobilità e specificità territoriali, che si pone l’obiettivo di migliorare la vivibilità delle grandi e piccole città italiane, rendendole più attrattive a partire da un’idea diversa di mobilità, che prevede l’abbattimento del traffico dei veicoli e la riduzione dell’inquinamento. Questo bando si inserisce nell’accordo MISE – Ministero dello Sviluppo Economico – AgID – Agenzia per l’Italia Digitale – firmato a Luglio 2019 che prevede una dotazione di 50 milioni di euro
per finanziare nuovi bandi di domanda pubblica intelligente.

Se vuoi saperne di più consulta il nostro Programma Amministrativo www.obiettivosaronno.it oppure vieni a trovarci nella nostra sede in via Padre Luigi Monti 13 (vecchia via Còm) o contattaci tramite i nostri Social FB e IG o alla email info@obiettivosaronno.it .

TUTTI GLI ARTICOLI SULLE ELEZIONI COMUNALI A SARONNO

TORNA ALLA HOME

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia