Cronaca
Iniziativa

Sicurezza sui treni, presidio a Cadorna

I Giovani Democratici: "Com'è possibile che da Regione, Assessorato e Trenord non ci sia stata nessuna risposta dopo quei tremendi fatti?"

Sicurezza sui treni, presidio a Cadorna
Cronaca Alto Milanese, 20 Dicembre 2021 ore 15:51

Un presidio nella stazione di Milano Cadorna, a pochi metri dalla sede centrale di Trenord, per chiedere maggiore sicurezza sui treni. E' una delle tante iniziative "in risposta" alla violenza sessuale consumatasi su un treno diretto a Varese e a quella tentata pochi minuti dopo nella stazione di Venegono Inferiore.

Sicurezza sui treni, presidio in stazione a Milano

Al presidio in programma domani, 21 dicembre alle 17.45 saranno presenti anche i Giovani Democratici, che si sono organizzati per l'iniziativa insieme ad alcuni comitati di pendolari. I gravi fatti dei giorni scorsi, con gli episodi di violenza sessuale a danno di due ragazze, hanno purtroppo ancora una volta messo in luce le gravi carenze di sicurezza sui treni e nelle stazioni della Lombardia. E mentre nelle scorse settimane la Lega Giovani del Varesotto aveva fatto tappa nelle stazioni di Varese, Saronno e Venegono per chiedere più controlli e la presenza delle forze armate a bordo, i Giovani Democratici chiamano in causa la Regione e Trenord

“Come possiamo permettere che avvenga tutto ciò? - chiedono i Giovani Democratici - Com'è possibile che da Regione, Assessorato ai Trasporti, da Trenord non ci sia stata alcuna risposta sul tema? Cosa si prevede di fare per tutelare le migliaia di pendolari uomini e donne della nostra regione?” 

“Non si può agire sempre dopo” dati alla mano, conclude Lorenzo Pacini, segretario regionale dei giovani dem.

“Si parla tanto di contrasto alla violenza sulle donne, ma servono interventi, investimenti, anche in termini concreti di sicurezza, per render carrozze, treni e stazioni sicuri, vivi, illuminati e presidiati. Questo chiederemo e lo faremo finchè non si vedranno risultati.” Concludono i giovani democratici.