Cronaca
Vandali

Raid vandalico al Sentiero delle Rane, il Parco Pineta: "Gesto infame"

Gli arredi danneggiati erano stati posati da pochi giorni. La rabbia del Parco Pineta: "Gesto infame. Inquietante legame col mondo del consumo di stupefacenti"

Raid vandalico al Sentiero delle Rane, il Parco Pineta: "Gesto infame"
Cronaca Valle Olona, 23 Settembre 2021 ore 10:18

Nella giornata di domenica 19 settembre le guardie ecologiche volontarie del Parco della Pineta di Appiano Gentile e Tradate hanno rilevato il danneggiamento di alcuni arredi posti sul Sentiero delle Rane, nell'area di sosta sulla via De Amicis, tra i comuni di Vedano Olona e Binago.

Raid vandalico al Sentiero delle Rane, rabbia del Parco

Arredi appena posati, fanno sapere dal Parco Pineta, nel quadro di un intervento di parziale riqualificazione della rete sentieristica nella parte nord del Parco. Alcuni cestini sono stati divelti, una bacheca e un altro cestino imbrattato con scritte apparentemente incomprensibili.

"Un gesto infame verso la natura e l'ambiente e verso i cittadini fruitori che numerosi frequentano il nostro Parco - fanno sapere dall'Ente - Una veloce ricerca su internet, rispetto alle scritte, ha però mostrato un inquietante legame tra i danneggiamenti e il mondo del consumo di stupefacenti che da sempre trova riparo nelle nostre selve".

WhatsApp Image 2021-09-20 at 16.19.17
Foto 1 di 4
WhatsApp Image 2021-09-20 at 16.19.18 (1)
Foto 2 di 4
WhatsApp Image 2021-09-20 at 16.19.18
Foto 3 di 4
WhatsApp Image 2021-09-20 at 16.19.17 (1)
Foto 4 di 4

Il riferimento è al "420" scritto a bomboletta su uno degli arredi danneggiati. Un numero legato al mondo del consumo di cannabis specialmente nel mondo statunitense ma, come sempre accade, approdato anche in Italia da Oltreoceano.

"Una presenza - continuano dal Parco riferendosi a quella di pusher e consumatori nei boschi - del tutto incompatibile, come dimostra il recente episodio dell'incendio sviluppatosi lungo la strada provinciale Tradate-Castelnuovo ad opera, cosi viene riportato da più parti, proprio di questi fruitori indesiderati. Le azioni di contenimento messe in atto dalle forze dell'ordine e le attività di bonifica e pulizia realizzate negli ultimi mesi dai volontari di Protezione Civile, e dai volontari antincendio del Parco con l'aiuto di cittadini, evidentemente vanno nella giusta direzione. Questi gesti non fanno altro che rafforzare il nostro impegno nella difesa e salvaguardia del territorio".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter