Carabinieri

Nucleo carabinieri CITES: un anno di operazioni fra tigri, tartarughe e caccia all’avorio

Un bilancio del 2020 che ripercorre le operazioni del nucleo specializzato nel contrasto al traffico di specie protette sul territorio nazionale

Nucleo carabinieri CITES: un anno di operazioni fra tigri, tartarughe e caccia all’avorio
Gallarate, 21 Novembre 2020 ore 11:56

Il Nucleo Carabinieri CITES di Somma Lombardo con competenza sulla provincia di Varese nel corso dell’anno 2020 è stato impiegato nello svolgimento delle seguenti attività. Le ripercorriamo oggi, in occasione della presentazione del loro calendario 2021.

CITES di Somma a caccia di avorio e animali illegali

 Durante l’anno è stata effettuata la campagna “Golden Tusk” eseguendo vari controlli sul territorio, alla ricerca di avorio illecitamente commercializzato presso negozi di antiquariato e su vari siti web, inoltre per il periodo agosto-settembre sono stati svolti controlli relativi alla campagna “Reptilia” e “Thunder” sul controllo di allevatori di rettili e di uccelli e la Campagna “Arcadia”, relativa a con controlli merceologici e documentali su importazione legno in collaborazione con la Dogana di Busto Arsizio.

 Il giorno 18 giugno, veniva accertato il reato di detenzione al fine di vendita di un esemplare di Testudo Hermanni. Veniva deferita all’autorità giudiziaria un soggetto e veniva posto sotto sequestro uno specimen, mentre nel mese di marzo, al termine di una attività di indagine in collaborazione con la Stazione Carabinieri di Garbagnate Milanese, è stato individuato un allevamento abusivo a Uboldo di tartarughe della specie “Testudo Hermanni”, destinate alla vendita illegale tramite e-commerce. Sono stati sottoposti a sequestro n. 63 esemplari e l’allevatore è stato deferito all’Autorità Giudiziaria.

Nel mese di luglio, è stato svolto un controllo presso un agriturismo dove si è provveduto ad accertare la regolarità della detenzione di animali pericolosi (tigri) anche tramite controllo della prescritta documentazione (autorizzazione prefettizia per la detenzione animali pericolosi, certificati CITES).

L’impegno durante l’emergenza Covid

Durante l’emergenza sanitaria per il COVID-19 il Nucleo è stato impegnato nel controllo continuato sul benessere degli animali presso un circo rimasto bloccato nel comune di Gallarate (VA) e in difficoltà con l’approvvigionamento di cibo per gli animali a causa delle restrizioni agli spostamenti dovuti all’emergenza (presenti leoni, tigri, cammelli, elefanti indiani ed altri specimen CITES).

Nel mese di maggio militari del Nucleo si sono prodigati nel salvataggio di due esemplari di Gheppio rimasti intrappolati all’interno di un campanile nel centro di Varese, animali poi immediatamente rimessi in libertà.

Servizi contro i bocconi avvelenati

Nel corso del mese di giugno, a seguito della segnalazione di bocconi avvelenati, in varie località del basso varesotto, sono stati predisposti dei servizi di controllo congiunto con il Nucleo Cinofilo Antiveleno di Omegna (VB) con i quali è stata effettuata la bonifica dalla presenza di esche avvelenate pericolose per animali selvatici e da affezione all’interno di parchi cittadini, luoghi pubblici e zone di rilevanza forestale prossime agli abitati.

Durante tutto il periodo estivo sono stati effettuati continuativi servizi di controllo in materia di antibracconaggio ittico, con attività di controllo svolte in orario diurno e notturno sul lago di Varese e sul lago Maggiore.

I numeri

Il Nucleo inoltre svolge attività di supporto alle Stazioni Carabinieri Forestali per il riconoscimento delle specie e svolge controlli merceologici presso i magazzini dell’aeroporto internazionale di Malpensa. Quotidianamente il Nucleo interagisce con i cittadini rilasciando informazioni sulle certificazioni CITES e su come ottenerle. In particolare sono state emesse circa cento certificazioni CITES in collaborazione con l’omologo Nucleo di Milano, 14 controlli sul legname (FLEGT), 227 controlli su fauna e 128 su flora e sono stati identificati e sottoposti a controllo 35 persone.

 

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia