Da rifare

Morti in corsia, nuova perizia su Laura Taroni

La donna era stata condannata a 30 anni di carcere per gli omicidi del marito e della madre

Morti in corsia, nuova perizia su Laura Taroni
Saronno, 09 Ottobre 2020 ore 15:45

Si riapre, almeno per l’infermiera Laura Taroni, il processo per le morti in corsia all’ospedale di Saronno. La donna, condannata in secondo grado a 30 anni per gli omicidi del marito e della madre, sarà sottoposta a una nuova perizia in vista dell’Appello-bis.

Morti in corsia, si torna in tribunale

Nuova perizia per l’infermiera Laura Taroni dopo l’annullamento da parte della Cassazione della sentenza di secondo grado a causa di un errore materiale.  Il 12 novembre si tornerà in aula per l’Appello bis nei confronti dell’ex infermiera che nell’ambito dell’inchiesta «Angeli e Demoni» condotta dai Carabinieri della Compagnia di Saronno era stata ritenuta colpevole degli omicidi del marito Massimo Guerra (nel 2013) e della madre Maria Rita Clerici (nel 2014) in concorso con il compagno Leonardo Cazzaniga, all’epoca vice primario del Pronto Soccorso di Saronno.

Il servizio completo su La Settimana di Saronno in edicola da venerdì 9 ottobre

LEGGI ANCHE: Ricorso accolto, da rifare l’Appello di Laura Taroni: mancano delle pagine della sentenza e le cause della morte

TORNA ALLA HOME

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia