Cronaca
Violenza in casa

Minacce e maltrattamenti ai genitori ottantenni per avere soldi: arrestata la figlia

La donna, 50enne, aveva continuato con le aggressioni anche dopo che le era stata disposta la libertà vigilata.

Minacce e maltrattamenti ai genitori ottantenni per avere soldi: arrestata la figlia
Cronaca Busto Arsizio, 19 Ottobre 2022 ore 17:53

Ieri mattina, martedì 18 ottobre, la Polizia di Stato di Busto Arsizio, eseguendo un'Ordinanza di custodia cautelare emessa dal GIP ha condotto in carcere una donna di 50 anni per aver maltrattato gli anziani genitori.

Genitori maltrattati, figlia in carcere

L'accusa nei suoi confronti è quella di sottoporre da anni i genitori ottantenni a continui maltrattamenti, in particolare a quotidiane richieste di denaro accompagnate da minacce e violenze anche fisiche.

La vicenda è emersa più di un anno fa, da quando i poliziotti del Commissariato cittadino hanno iniziato a intervenire ripetutamente presso l'abitazione dell'anziana coppia perché la figlia, che vive da sola grazie a sussidi, si era solita presentarsi a casa dei genitori strepitando per ottenere denaro; quando non vi riusciva immediatamente li intimidiva, accanendosi contro oggetti e suppellettili o addirittura aggredendo l'anziano padre, al quale in qualche occasione ha anche procurato delle lesioni.

Pretese e aggressioni anche durante la libertà vigilata

Le precarie condizioni psichiche della donna avevano fatto sì che nei suoi confronti fosse inizialmente emessa la misura di sicurezza della libertà vigilata, che le imponeva tra l'altro di sottoporsi a controlli e terapie presso le strutture sanitarie. Misura alla quale la donna non si è mai adeguata, continuando per di più ad affliggere i genitori con uno stillicidio quotidiano di pretese e aggressioni.

Ciò ha indotto la Procura della Repubblica a richiedere la misura cautelare della custodia in carcere, adottata dal GIP ed eseguita dagli agenti del Commissariato di P.S. di Busto Arsizio.

Seguici sui nostri canali