Menu
Cerca
Viggiù

Inizia la vaccinazione a Viggiù: oggi gli over 80

Non solo una "contromossa" contro le varianti del virus: le operazioni di Viggiù saranno un test importante per la Fase 2 che prenderà il via ad aprile

Inizia la vaccinazione a Viggiù: oggi gli over 80
Cronaca Varese, 27 Febbraio 2021 ore 10:27

Oggi, sabato 27 febbraio, inizia la vaccinazione di massa a Viggiù, il comune varesino in zona rossa.

Vaccinazione a Viggiù: si parte

Le prime accettazioni sono iniziate alle 9, le somministrazioni poco dopo. E’ iniziata oggi la campagna di vaccinazione di massa a Viggiù decisa dalla Regione nella speranza di mettere in sicurezza dal contagio i Comuni “osservati speciali” per la presenza di focolai Covid e di varianti.

Come spiegavano i medici di Ats Insubria sabato, oggi è la prima giornata riservata agli over 80 e a un centinaio di cittadini fra i 66 e i 79 anni ai quali sarà somministrato il vaccino Moderna. Lo stesso domenica, poi da lunedì si comincerà con la somministrazione degli under 65 con il vaccino AstraZeneca.

Il centro vaccinale allestito da Ats, Asst Sette Laghi e Asst Valle Olona è la palestra delle scuole medie di Saltrio: qui sono state realizzate cinque linee di vaccinazione in grado, a regime, di effettuare circa 700 somministrazioni al giorno.

Prove tecniche di Fase 2

Le operazioni di Viggiù non sono importanti solo perchè rappresentano la “contromossa” sanitaria contro il contagio (qui, soprattutto contro le varianti scozzese e quella sconosciuta rilevata con lo screening di massa) ma perchè permetteranno di testare sul campo l’organizzazione che Ats ha messo a punto per la Fase 2 che dovrebbe esser replicata su scala molto più grande nei grossi Hub a Malpensa, Villa Erba e Lario Fiere (ancora in attesa di approvazione dalla Regione), della Schiranna e nei punti vaccinali che saranno allestiti sul territorio.

Fuori dal punto vaccinale, sarà un test importante anche per la somministrazione domiciliare per i cittadini allettati o impossibilitati a muoversi da casa con i medici di base, complessivamente 3500 persone in provincia di Como e 6500 in quella di Varese.

Per questo l’attenzione è massima su Viggiù e su come procederà la vaccinazione. La Regione osserva da vicino (presente stamattina il presidente della Commissione Regionale Sanità Emanuele Monti), come con le operazioni iniziate sempre oggi nel Bresciano e nella Bergamasca e nelle altre zone rosse e arancioni rafforzate.

 

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli