Taglio del nastro

Inaugurato l’hub vaccinale di Lurate: si parte mercoledì con i primi 500 pazienti

Oggi si parte con il frazionamento di Moderna da consegnare ai medici di famiglia per le somministrazioni a domicilio

Cronaca Comasca, 29 Marzo 2021 ore 13:25

E’ stato inaugurato questa mattina, lunedì 29 marzo 2021, l’hub vaccinale di Lurate Caccivio allestito grazie a una tensostruttura messa a disposizione dall’Amministrazione comunale che sarà gestita dalla cooperativa  Medici Insubria. Ogni mattina gli agenti della Polizia Locale andranno a ritirare all’ospedale Sant’Anna di San Fermo della Battaglia i vaccini  necessari per la giornata di somministrazione. I medici avranno un congelatore dove conservarle tra 2 e 8 gradi il tempo necessario alle inoculazioni. Si parte con tre linee vaccinali, che poi verranno aumentate a cinque. Inoltre sono installate altre due linee di emergenza in caso di bisogno, oltre a un ambulatorio medico in caso di criticità.

Inaugurato l’hub vaccinale di Lurate

Detto, fatto. Entra ufficialmente in funzione il centro vaccinale di Lurate Caccivio che sarà gestito dalla cooperativa Medici Insubria, che oltre ai medici per la somministrazione fornirà gli amministrativi per la parte burocratica, e dalle amministrazioni comunali che vi faranno riferimento e che metteranno a disposizione i volontari per l’accoglienza e la pulizia del centro.

Il polo di Lurate Caccivio andrà a coprire i seguenti ambiti territoriali: Appiano Gentile, Bulgarograsso, Cassina Rizzardi, Fino Mornasco, Guanzate, Luisago, Veniano, Cadorago, Cirimido, Lomazzo, Vertemate con Minoprio, Fenegrò, Albiolo, Binago, Lurate Caccivio, Olgiate Comasco, Solbiate con Cagno, Uggiate Trevano, Valmorea, Montano Lucino, Casnate con Bernate, Colverde, Faloppio, Villa Guardia e Grandate.

LEGGI ANCHE: Da Lomazzo a Busto, da Saronno a Lurate: il risiko delle convocazioni per il vaccino over 80

“Oggi inizia l’attività del centro vaccinale con il frazione del Moderna per i medici di famiglia che si recano a domicilio dai pazienti allettati o comunque che non possono muoversi da casa – ha spiegato il presidente di Medici Insubria Gianni Clerici – L’attività di vaccinazione sulla popolazione over 80 inizierà invece mercoledì mattina con circa 500 pazienti che verranno vaccinati con 3 linee di somministrazione che funzioneranno per dodici ore al giorno”.

Al taglio del nastro erano presenti le istituzioni. Oltre al sindaco di Lurate Caccivio Anna Gargano, il presidente del consiglio regionale Alessandro Fermi, il consigliere regionale dem Angelo Orsenigo, il presidente dell’Ordine dei Medici di Como Gianluigi Spata, e la deputata comasca del Pd Chiara Braga.

4 foto Sfoglia la gallery

“Oggi è una giornata positiva, ho fortemente voluto questo hub di Lurate Caccivio affinché l’Olgiatese potesse avere un punto a cui fare riferimento – ha commentato il presidente Fermi – Qui c’è una grande capacità di fare squadra con Medici Insubria, come hanno già fatto per i tamponi, ed è tutto più semplice quando ci sono sul territorio riferimenti come questi”.

“Quando in un periodo così difficile un sindaco si prodiga non sa a cosa va incontro ma io ci ho messo il cuore. Qui c’è il cuore di tutti – ha spiegato emozionata il sindaco di Lurate – il mio, del presidente Fermi, dei medici, dei volontari. Si sono subito prodigati Protezione Civile, Croce Rossa, Pro Loco così che questa struttura potesse servire tutti i cittadini dell’olgiatese”.

I video con tutte le interviste nel servizio dei colleghi di Prima Como