Menu
Cerca
Domenica la festa nerazzurra

Festa scudetto Inter domenica: nessun contagio dopo i 30mila in Duomo, e allora?

Chiesto il via libera all'ingresso di almeno mille tifosi allo stadio per l'ultima di campionato, domenica. La Curva Nord intanto si prepara ai festeggiamenti fuori da San Siro

Festa scudetto Inter domenica: nessun contagio dopo i 30mila in Duomo, e allora?
Cronaca 20 Maggio 2021 ore 11:46

L’Inter si prepara ad alzare al cielo la coppa dello Scudetto. Nel corso della giornata di domenica 23 maggio 2021, dopo la partita contro l’Udinese, andranno in scena gli ultimi festeggiamenti per la vittoria del campionato da parte dei neroazzurri. Il presidente della Lega di Serie A, Paolo Dal Pino, ha dichiarato che lo stadio di San Siro potrà essere aperto a mille spettatori, ma all’esterno del Meazza si svolgerà la vera festa scudetto per tutti i tifosi. Nel frattempo, l’assembramento di 30mila interisti in Duomo, a due settimane di distanza, come riportano i colleghi di Prima Milano sembra non aver provocato alcuna ricaduta sulla curva dei contagi nel capoluogo meneghino e in Lombardia.

Nessun contagio dopo i 30mila tifosi in Duomo

Domenica 2 maggio 2021, a seguito del pareggio tra Atalanta e Sassuolo, l’Inter è riuscita ad aggiudicarsi matematicamente il 19esimo Scudetto della sua storia. A Milano era esplosa la festa neroazzurra e ben 30mila tifosi si erano riversati lungo le strade del capoluogo meneghino, affollando poi piazza Duomo, per celebrare una vittoria che mancava da 11 anni.

Il maxi assembramento interista che si era verificato a partire dalle 17 del pomeriggio aveva destabilizzato non poco l’opinione pubblica e politica, preoccupata che una tale calca di persone avrebbe potuto portare effetti drammatici sulla curva dei contagi con un aumento dei casi da Covid-19.

A due settimane di distanza dalla prima festa Scudetto, intervallo di tempo utile per rilevare l’eventuale manifestazione di un caso di Covid-19 dall’evento presunto di contagio, sono emerse notizie confortanti: dal maxi assembramento dei 30mila tifosi interisti in Duomo non sarebbe derivato alcun aumento di positivi.

Il presidente dell’Associazione italiana di epidemiologi, Cesare Cislaghi ha infatti affermato che negli ultimi giorni si è vista la stessa tendenza nell’andamento dei nuovi positivi, un trend di lenta ma continua decrescita. Bisognerà aspettare ancora una settimana per avere la certezza che da quell’occasione non si sia innescata alcuna catena di contagio, ma si può comunque affermare che i giusti timori avuti quel giorno per fortuna non si sono concretizzati.

Il prossimo raduno interista

E ora, domenica 23 maggio 2021 si svolgerà l’ultima festa Scudetto neroazzurra. Dopo il match contro l’Udinese, l’Inter alzerà al cielo la coppa simbolo del campionato di Serie A. Come affermato ieri dal presidente della Lega Paolo Dal Pino, è stata avanzata la richiesta di far entrare almeno mille tifosi a San Siro per celebrare allo stadio la vittoria dello Scudetto.

Nel frattempo, la Curva Nord interista si sta preparando per celebrare un successo che manca da ormai 11 anni:

“23/05/2021 – INTER-UDINESE Durante l’ultima partita di campionato il 23 maggio a San Siro ci sarà una mega FESTA SCUDETTO che avrà inizio alle ore 9:00 A.M. La Curva Nord Milano – CN69 preparerà qualcosa di sensazionale all’esterno dello stadio e festeggeremo INSIEME AI GIOCATORI. Forza Inter, avanti Curva Nord – CAMPIONI!!!!! (Si raccomanda il rispetto delle normative Covid-19)”.

L’atto finale dei festeggiamenti, probabilmente, vedrà la partecipazione in massa dei supporters neroazzurri, anche se la Giunta comunale è pronta ad adottare provvedimenti restrittivi come avvenuto nel pomeriggio di sabato 8 maggio 2021, quando all’esterno di San Siro si sono radunati solo 3mila tifosi.

Anche se dal maxi assembramento dello scorso 2 maggio non si sono verificati aumenti nella curva di contagi a Milano, resta comunque necessario agire con buon senso e mantenere la situazione il più controllata possibile.