Menu
Cerca
Arriva il pass

Cos’è e come funziona la “certificazione verde” necessaria per spostarsi fra Regioni (e non solo)

Nel nuovo decreto legge, che sarà approvato a breve dal Governo, torna la possibilità di viaggiare anche in territori rossi o arancioni e anche per motivi diversi da lavoro o necessità

Cos’è e come funziona la “certificazione verde” necessaria per spostarsi fra Regioni (e non solo)
Cronaca Varese, 21 Aprile 2021 ore 16:40

Tra le novità più attese del decreto legge che sarà approvato a breve dal Governo vi è in primis il ritorno delle zone gialle a partire dal 26 aprile. Un ritorno che è sinonimo di una maggiore libertà di movimenti rispetto a quella cui eravamo abituati di questi tempi.

A cosa servirà la “certificazione verde”

La novità è rappresentata dalla “certificazione verde”: solo con questa in mano si potrà uscire per ragioni turistiche dalla propria Regione, se questa si trova in zona arancione o rossa. Non solo, perchè il documento potrebbe essere necessario anche per partecipare ad alcuni eventi, come concerti o partite allo stadio ad esempio, che riapriranno dal primo giugno.

Che cos’è?

Ma di cosa si tratta? A tutti gli effetti sarà un “pass” che dimostrerà di aver concluso il ciclo di vaccinazione, di esser guarito dal Covid o di aver effettuato un tampone con esito negativo nelle ultime 48 o 72 ore. Sulla base di ciò che si dimostra, il documento ha però validità diverse.

Questi nuovi pass, rilasciati su richiesta in formato cartaceo o digitale dalle strutture che effettuano le vaccinazioni, hanno una validità di sei mesi, a patto che nel frattempo al soggetto non venga diagnosticata l’infezione da Covid.

Per chi è guarito dal virus prima che il nuovo decreto venisse formulato, allora i sei mesi di tempo decorrono dalla data di avvenuta guarigione. Infine, la validità del pass per chi dimostra di essere negativo dopo aver eseguito un tampone è di 48 ore; anche in questo caso, la certificazione, cartacea o digitale, viene rilasciata su richiesta dell’interessato dalle strutture in cui ha eseguito il tampone.