Cronaca
Saronno

Cittadinanza al Milite Ignoto, "perchè a Saronno no?"

Domani sarà il centenario della traslazione della salma del Milite Ignoto a Roma e oltre 3mila Comuni hanno accolto la richiesta a conferirgli la cittadinanza onoraria

Cittadinanza al Milite Ignoto, "perchè a Saronno no?"
Cronaca Saronno, 02 Novembre 2021 ore 17:10

In vista del centenario della traslazione del Milite Ignoto all'Altare della Patria a Roma sono oltre 3mila i Comuni che, rispondendo all'appello di Anci e del Gruppo delle Medaglie d’Oro al Valor Militare d’Italia, hanno deliberato il conferimento della cittadinanza onoraria al "soldato senza nome". Tra questi anche Tradate mentre a Saronno è l'ex assessore Mariassunta Miglino a (ri)lanciare la proposta.

Cittadinanza al Milite Ignoto, Miglino: "Anche Saronno deliberi"

Il progetto, nazionale, "Milite Ignoto, Cittadino d’Italia" è iniziato nel 2020. L'appello, diretto ai Comuni, è per conferire la cittadinanza onoraria al Milite Ignoto, il soldato senza nome le cui spoglie sono state deposte all'Altare della Patria a memoria delle centinaia di migliaia di soldati italiani caduti nella Prima Guerra Mondiale e ai quali non si è mai riusciti a dare un nome.

"A oggi sono già  3042 i Comuni italiani che con delibera di Consiglio Comunale hanno conferito la cittadinanza onoraria e 188 i Comuni che hanno istruito la pratica - fa sapere l'ex assessore saronnese Mariassunta Miglino in un suo post su Facebook - ️Il Comune di Saronno non si è ancora espresso a tal fine. L’augurio è che l’amministrazione di Saronno prenda a cuore la richiesta sottoscritta da tutte le associazioni d’arma cittadine affinché anche il nostro comune possa commemorare il Milite Ignoto concedendo la cittadinanza onoraria".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter