Cronaca
Castiglione Olona

Borgo di Castiglione pronto a "un nuovo umanesimo": ecco il progetto che ha "catturato" la Regione

Il sogno: "Vogliamo riportare il borgo all'antico splendore, farne un luogo di incontri, da vivere e da far vivere"

Borgo di Castiglione pronto a "un nuovo umanesimo": ecco il progetto che ha "catturato" la Regione
Cronaca Valle Olona, 09 Novembre 2021 ore 13:36

Presentato questa mattina, martedì 9 novembre, nella conferenza stampa organizzata nella sala della Quadreria a Palazzo Branda Castiglioni il progetto di recupero del borgo antico di Castiglione Olona che settimana scorsa ha ricevuto quasi un milione di euro di contributi da Regione Lombardia.

Gioco di squadra da un milione di euro per il borgo di Castiglione

"Vogliamo riportare Castiglione agli antichi splendori". E' questo l'obiettivo, ribadito stamattina, del sindaco Gianfranco Frigeri, dell'assessore alla Cultura Cristina Canziani e di tutta la squadra di Amministrazione. Un obiettivo che la scorsa settimana ha compiuto un passo importante con l'assegnazione di quasi un milione di euro (988mila, per la precisione) da Regione Lombardia nell'ambito dei progetti per il recupero e la valorizzazione dei borghi storici lombardi.

Un progetto di ampio respiro quello messo a punto dal Comune con la collaborazione di professionisti, aziende, associazioni e privati del paese, che non si limita alla sistemazione di un edificio o a un intervento "spot".

"Nel 1400, il Cardinal Branda Castiglioni costruì qui la prima città dell'Italia dell'Umanesimo - ha ricordato l'assessore alla Cultura - Ora noi dobbiamo, e vogliamo, lavorare per tutelarla, preservarla e valorizzarla. Vogliamo che il nostro borgo torni a vivere come un tempo,  facendo risorgere la nostra città come città di relazioni, da vivere e far vivere".

Un o0biettivo questo che l'Amministrazione Frigeri si è subito prefissato al suo ingresso in Municipio, cercando di rimettere in moto e ridare vita a un nucleo storico che da anni segnava un triste declino, sotto ogni aspetto.

"I castiglionesi stanno riconoscendo questo impegno - ha affermato Frigeri - Noi intendiamo fare il possibile. Con eventi come il mercatino della scorsa settimana, che ha registrato un successo di pubblico ed espositori che non si vedeva da decenni, e cercando di intercettare tutte le risorse necessarie al rilancio del borgo".

LEGGI ANCHE: "Crediamo nel rilancio del nostro centro. Castiglione Olona è pronta a rinascere"

I progetti

Tre i principali interventi contenuti nel progetto presentato alla Regione.

Primo, il recupero di Casa Scurati, antica dimora di famiglie nobiliari all'ingresso del paese, su via Mazzini, durante il '900 diventata prima Casa del Fascio poi Casa del Popolo, e successivamente sede di osterie e altre attività. Un recupero che passerà dalla sistemazione definitiva del tetto (intervento già iniziato nei mesi scorsi dal Comune in vista dell'inverno) e dal restauro dei preziosi affreschi e arredi storici della villa, vecchi di oltre 300 anni.

Poi c'è il recupero della Sala Consiliare del Comune, da anni non più utilizzata per problemi legati alla sicurezza e al riscaldamento, ormai desueto con stufe a gas.

Infine, il rifacimento della via Mazzini, che da Casa Scurati porta al centro del borgo. Oggi asfaltata, la strada sarà pavimentata con ciottoli in linea con il resto del borgo. Non prima però di aver messo mano a tutti i sottoservizi e di aver interrato tutti i cavi che oggi corrono da un edificio all'altro.

"Non so se basteranno questi fondi - ha riconosciuto Frigeri - ma intendiamo portare avanti tutte queste, ed altre opere".

Brianza e Monti: "Vince il gioco di squadra"

Presenti alla conferenza, oltre ai sindaci dei Comuni vicini e i rappresentanti di associazioni, enti e musei di Castiglione, la Vicepresidente del Consiglio Regionale Francesca Brianza e il consigliere regionale Emanuele Monti.

"Questi fondi sono il risultato di un grande lavoro di squadra - ha riconosciuto Brianza - che ha portato a un progetto di grande prospettiva che non si ferma a una ristrutturazione ma segue una visione sul lungo termine che coinvolge tutta Castiglione Olona. E' un progetto di rilancio completo, che come Regione abbiamo voluto premiare".

Un bando, quello dedicato ai borghi storici, che come spiegato da Brianza segue alla forte iniezione di risorse messe in campo già lo scorso anno per il rilancio dell'economia colpita dall'emergenza Covid e messe in campo a disposizione delle "prime linee", i sindaci e i Comuni.

"Abbiamo fatto investimenti poderosi su tutto il territorio. Ma abbiamo voluto fare di più. La Lombardia è una regione ricca di borghi storici eccezionali, il problema è che chi ha la fortuna di amministrarli non ha spesso le risorse per valorizzare quell'importante patrimonio e tutelarlo. Quando abbiamo emesso questo bando guardavamo a loro, ma credo che tutti abbiamo pensato che Castiglione non poteva non vincerlo".

A chiudere, il consigliere Monti che poco più di un anno fa, a fine giugno 2020, era in quella stessa sala con l'europarlamentare Tovaglieri a raccogliere il grido d'aiuto lanciato dal sindaco Frigeri. Servivano fondi per riportare bellezza a Castiglione, ma non ce n'erano e non si riusciva a recuperarne.

"Quel grido abbiamo cercato di portarlo sia in Italia sia in Europa. Per ora, la risposta è arrivata da Regione: 60 milioni di euro la cui strada, almeno in parte, è iniziata proprio qui. E' una misura storica, con cui Regione ha voluto premiare progetti di valore. Come questo, nato da un lavoro di squadra in cui tutti, ciascuno per la sua parte, hanno fatto il proprio lavoro".