Attualità
Cittadinanza attiva

Saronno Amica in campo anche per le terze dosi

Diventata, a un anno dalla nascita, un ottimo esempio di "cittadinanza attiva", Saronno Amica è pronta a scendere in campo per una nuova sfida

Saronno Amica in campo anche per le terze dosi
Attualità Saronno, 15 Novembre 2021 ore 13:56

Nata all'inizio del 2021 per aiutare i cittadini saronnesi (e non solo) a orientarsi all'interno delle esigenze e delle problematiche dovute all'emergenza Covid-19, Saronno Amica non ha da allora mai smesso di ricevere telefonate, dare informazioni, supportare con la vicinanza tutte quelle persone che si sono sentite in difficoltà in questi mesi. E ora si prepara a una nuova sfida al fianco dei cittadini più fragili, quella per le terze dosi.

Saronno Amica, un anno al servizio dei saronnesi

Partito con le informazioni su zone rosse, arancioni e gialle, cosa fare e non fare, e sulle complesse informazioni su quarantene e tamponi, il gruppo di volontari dell'Amministrazione di Saronno si è poi messo al servizio di chi voleva informazioni riguardo alla campagna vaccinale, operando a stretto contatto sia con la Croce Rossa di Saronno per la formazione sia con i responsabili dell'Hub Vaccinale della Pizzigoni, che recentemente ha tagliato il traguardo delle 100.000 dosi somministrate.

A quasi un anno dal battesimo di questa esperienza si può tranquillamente dire che Saronno Amica è una bella storia di "cittadinanza attiva" e di vicinanza. Dai cittadini per i cittadini, Saronno Amica, giorno dopo giorno, mese dopo mese ha continuato ad aiutare centinaia di persone, rispondendo nelle due ore di turno quotidiane (da lunedì a venerdì e spesso anche il sabato) con i volontari attualmente operativi (più i medici della CRI a supporto per la formazione e alcuni giovani che seguono la parte tecnica), il tutto coordinato da Miro Fresc.

Oltre 2mila chiamate negli ultimi due mesi

"Dalla ripresa delle attività dopo le vacanze ad oggi - racconta Miro - c'è stato un progressivo aumento delle chiamate quotidiane, e questo accade ormai ciclicamente, soprattutto in concomitanza con l'avvio di una nuova fase vaccinale. Un dato per capire l'impatto: negli ultimi 60 giorni abbiamo ricevuto al numero dedicato più di 2000 chiamate, a tutte le ore del giorno. I nostri volontari riescono a coprire buona parte delle chiamate e dove non si è in orario scatta la segreteria con le informazioni indispensabili per utilizzare l'Hub.

Spesso chi chiama, oltre alle informazioni è alla ricerca di rassicurazioni e talvolta abbiamo telefonate abbastanza lunghe, soprattutto da parte di anziani che hanno il desiderio di dialogare con qualcuno che li stia ad ascoltare. Spesso ci chiedono informazioni molto particolari per le quali non è facile reperire risposte nemmeno in Rete. Grazie all'ottimo rapporto costruito con i responsabili dell'Hub di Saronno e con i medici della CRI riusciamo quasi sempre a trovare le risposte necessarie, arrivando a richiamare gli interessati qualora non fossimo in grado di darle subito".

Riprende poi Miro: "Si è detto che Saronno Amica è un modello di 'cittadinanza attiva' ed è assolutamente vero. Lo testimonia il fatto che il registro dei nostri volontari supera le 40 unità, tra quelli che sono attualmente operativi e quelli che lo sono stati in passato. A tutti loro, alle tre coordinatrici dei gruppi Angela, Patrizia e Claudia, a tutti quelli che stanno dietro le quinte (medici, tecnici, amministratori) e anche a quelli che tifano per noi vorrei far giungere un grande grazie a nome di tutta la città".

Ma non finisce mica qui. L'avvio della terza dose di vaccinazioni, l'introduzione della vaccinazione antinfluenzale e il crescere delle preoccupazioni per l'arrivo della stagione fredda hanno innescato una nuova serie di esigenze e mantengono alto il numero delle chiamate. E Saronno Amica è pronta sul "pezzo" o meglio sul telefono. Ricordiamo il numero da chiamare tutti i giorni, da lunedì a venerdì, dalle 10.00 alle 12.00: 02.8239.8518.