Attualità
Ambiente

Quanti e quali alberi ci sono a Saronno? Parte il censimento arboreo

Prima di decidere dove piantare nuovi alberi e come organizzare le manutenzioni serve avere chiaro lo stato di fatto del verde cittadino

Quanti e quali alberi ci sono a Saronno? Parte il censimento arboreo
Attualità Saronno, 01 Dicembre 2021 ore 09:31

A vent'anni dall'ultimo, l'Amministrazione Airoldi annuncia un nuovo censimento arboreo.

"A caccia" di alberi a Saronno con un nuovo censimento arboreo

Risale al 2002 l’ultimo censimento arboreo realizzato per il Comune di Saronno, un’indagine che permette di avere un elenco preciso di tutte le specie arboree esistenti sul territorio comunale.

L’Amministrazione Airoldi, che alla tutela del verde ha riservato ampio spazio nel suo programma elettorale, ha avviato proprio negli ultimi giorni una mappatura per consentire agli uffici e al gestore dell’appalto del verde una precisa collocazione di alberi, piante, arbusti, manti erbosi, aiuole e una puntuale descrizione della tipologia delle stesse specie.

Se, da una parte, questo censimento servirà a monitorare facilmente e velocemente gli interventi di manutenzioni del verde realizzati dall’appaltatore grazie all’archiviazione telematica, dall’altra parte anche la programmazione dei lavori sarà facilitata.

LEGGI ANCHE: A caccia di "ceppi" per la Festa dell'Albero con Ambiente Saronno

Al lavoro per una "cartina verde" della città

“Per consentire uno sviluppo ordinato ed efficace del patrimonio verde pubblico è necessario mantenere bene l’esistente, sviluppare nuovi parchi urbani fruibili e attività di riforestazione in aree meno attrattive o fruibili, e piantumare nuovi alberi in luogo di storiche o recenti fallanze, ovvero i punti in cui per svariati motivi quali malattie, abbattimenti, piantumazioni mai effettuate, ci sono dei tondelli con ceppaie di piante morte o vuoti, o coperti da asfalto – commenta l’assessore all’Ambiente e al Verde, Franco Casali - Per poter effettuare questa attività, è necessario provvedere prima a censire e geo-referenziare nel Sistema Informativo Territoriale (S.I.T.) i ceppi delle piante morte e i tondelli vuoti o coperti da asfaltature.

Si potrà quindi decidere con un progetto complessivo di rigenerazione del verde, di rimuovere gradualmente e in successione i ceppi delle piante morte, sanificare il terreno da funghi e batteri, e infine piantumare essenze che siano compatibili con le aree verdi ed edificate contigue, nonché le specifiche prescrizioni forestali”.

Proprio la georeferenziazione del patrimonio arboreo sarà una delle novità più importanti di questo censimento, che disegnerà una precisa “cartina verde” di Saronno.

Seguici sui nostri canali