Attualità
Castellanza

Mater Domini, 60 anni di storia con lo sguardo al futuro

Dall'idea del dottor Gampa al progetto dell'architetto Crespi, sposato da un gruppo di industriali. Fino ai giorni nostri, in continua evoluzione

Mater Domini, 60 anni di storia con lo sguardo al futuro
Attualità Valle Olona, 24 Novembre 2022 ore 04:24

Humanitas Mater Domini compie 60 anni: dal sogno del dottor Bruno Gampa a un centro in continua evoluzione e aggiornamento.

Humanitas Mater Domini compie 60 anni

I 60 anni di Humanitas Mater Domini rappresentano uno spaccato sull’evoluzione del territorio e della medicina moderna.

L’idea di dare vita a una clinica sanitaria privata venne dal dott. Bruno Grampa, medico e umanista nato a Busto Arsizio nel 1904. L’intenzione era quella di realizzare una Casa di Cura speciale, dove il paziente potesse trovare un ambiente sereno ed un’estrema professionalità da parte dei medici. Castellanza era la città ideale, interposta tra Legnano e Busto Arsizio e vivace polo industriale in crescita.

1980-Clinica-Mater-Domini-presieduta-dalle-suore
Foto 1 di 2
1963 -Locandina-LaPrealpina-HumanitasMaterDomini
Foto 2 di 2

L’architetto Luigi Crespi ideò un complesso ospedaliero “moderno” per l’epoca: una clinica dalla forma a torre rotonda (ne esisteva allora una sola simile, a Van Nuys in California) che rispondesse alle esigenze di spazio, per ospitare i reparti di Medicina e Cardiologia, di Chirurgia generale, di Ostetricia e Ginecologia, di Otorinolaringoiatria, di Pediatria e Puericultura, di Radiodiagnostica e terapia, di Anestesia, e che fosse immerso nel verde.

L’idea venne colta da un gruppo di industriali della zona che, con entusiasmo e forza di volontà, il 2 aprile 1960 certificarono l’atto di nascita della “Casa di Cura Ospedaliera Mater Domini”. Nel 1962 l’inizio di un percorso che privilegia nell’organizzazione ospedaliera il rapporto umano con il paziente e coniuga l’efficacia clinica con l’efficienza gestionale. Una concezione allora innovativa che è stata il filo conduttore dei suoi sessant’anni di storia.

Innovazione e aggiornamento

L’innovazione di Mater Domini è anche nella qualità delle proprie attività, da sempre verificate e certificate. La clinica, infatti, è stata la prima struttura sanitaria italiana ad aver certificato il proprio Sistema di gestione Qualità ISO 9001 (dal 1997) e la prima della provincia di Varese ad aver ottenuto nel 2011 la certificazione OHSAS 18001 in ambito di Salute e Sicurezza dei luoghi di lavoro (aggiornata nel 2018 UNI EN ISO 45001:2018).

2021_Nasce-Edificio3-HumanitasMaterDomini
Foto 1 di 3
2022 - Sala-elettrofisiologia-oggi_HumanitasMaterDomini
Foto 2 di 3
Edifici_HumanitasMaterDomini
Foto 3 di 3

In ambito strutturale, tra il 1990 e il 2007 Mater Domini è stata protagonista di un ampio processo di rinnovamento, che ha visto la costruzione di due edifici (la doppia torre e il “parallelepipedo”) e un nuovo corpo ambulatoriale.

Alla fine del 2007 Mater Domini entra a far parte di Humanitas e, dal 2008 ad oggi, il suo impegno si è orientato al completamento dell’offerta sanitaria per garantire al paziente un approccio multidisciplinare al suo percorso di cura. Questo è stato possibile anche grazie allo sviluppo di nuove attività cliniche, all’aggiornamento tecnologico e all’ampliamento strutturale.

Per essere sempre più vicino alle esigenze delle persone, dal 2016, all’ospedale si affiancano i centri medici Humanitas Medical Care. Presenti sul territorio di Arese, Lainate, Busto Arsizio e Varese garantiscono la prossimità al paziente e la professionalità e l’esperienza degli specialisti Humanitas in continuità di cura con l’ospedale.

Nel 2021, la nascita di un nuovo spazio dedicato alla salute e alla prevenzione, con oltre 3.500 mq nei quali trovano spazio 38 ambulatori, di cui 2 chirurgici, il centro prelievi, l’area Check up, la Diagnostica per immagini e il nuovo Centro Oculistico.

Seguici sui nostri canali