Dalla Regione

Campagna vaccinale Lombardia, Fontana: "Il 10 luglio raggiungeremo le 10milioni di somministrazioni"

Più slot per i giovani dalla seconda metà di luglio e la possibilità di spostare la seconda dose dal 25 giugno

Campagna vaccinale Lombardia, Fontana: "Il 10 luglio raggiungeremo le 10milioni di somministrazioni"
Attualità Saronno, 18 Giugno 2021 ore 13:37

I vertici di Regione Lombardia fanno il punto sulla campagna vaccinale e annunciano le novità per i prossimi mesi.

Campagna vaccinale Lombardia

"Sono orgoglioso di poter dire che la campagna sta funzionando: abbiamo raggiunto le 7milioni e 700mila somministrazioni, più di un cittadino su 4 ha completato il ciclo vaccinale - ha comunicato il presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana - Il 10 luglio riusciremo a raggiungere le 10 milioni di somministrazioni. E' doveroso ringraziare chi ha contribuito in maniera rilevante a questi risultati: Guido Bertolaso, la vicepresidente Letizia Moratti, i tecnici e la dirigenza Welfare, la Protezione Civile, le Ats e le Asst. Fondamentale è stato il ruolo della Protezione Civile e dell'assessore Pietro Foroni. Inoltre non possiamo che ringraziare medici, infermieri e volontari che, malgrado fossero reduci da più di un anno di lavoro intenso e difficile, sono stati in prima linea. E infine grazie ai cittadini che, nonostante le notizie confuse a volte arrivate, hanno sempre accettato le somministrazioni che venivano loro consigliate. Tutto questo ha creato una situazione positiva: un'incidenza al 15,6%, un Rt allo 0,67, i ricoveri scesi all'8% e nelle rianimazioni al 7%. Dobbiamo proseguire su questa strada e insistere su chi non ha aderito alla campagna vaccinale e continuare a mantenere un comportamento corretto perché il virus c'è ancora e dobbiamo rendergli la vita difficile".

"Esprimo soddisfazione per il lavoro fatto e tutto il più sentito ringraziamento ai volontari impegnati nella lotta al Covid anche nella programmazione vaccinale - ha aggiunto l'assessore alla Protezione Civile Pietro Foroni - Ci stiamo avviando alle 400mila giornate/uomo per il volontariato di Protezione civile. Un numero impressionante di giornate dedicate a combattere la pandemia. Pensate quanto sarebbe costato alle casse pubbliche non avere questo impianto di volontari. Nessun'altra regione in Italia ha avuto così grande interazione tra sanità e Protezione civile".

I numeri della campagna vaccinale

"I numeri della campagna sono positivi, l'andamento è di 100mila somministrazione al giorno. Riteniamo che saremo la prima regione a raggiungere l'immunità di comunità - ha spiegato l'assessore al Welfare Letizia Moratti - Saremo la prima regione a sequenziare tutti i tamponi positivi con 15 laboratori attivi, altri 3 autorizzati e 12 in fase di autorizzazione. Al momento sequenziamo il 25% dei tamponi, a regime arriveremo al 100%. Ciò è importante nell'ottica dell'esame delle varianti. Stamattina ho visitato un centro a Calcinate, nato grazie al lavoro dell'università di Bergamo, dell'Università degli Studi di Milano e del Politecnico di Milano insieme a una startup americana di ragazzi bergamaschi, dove è presente un laboratorio di biologia molecolare con una macchina rapida che può sequenziare 2500 tamponi al giorno. Ci permetterà di tenere sotto controllo le varianti che a oggi sul nostro territorio hanno questa incidenza: 68% inglese, 1,7% indiana, 1,1% brasiliana e 0,3% sudafricana. Tutti i vaccini danno una buona copertura rispetto alle varianti".

Quindi l'assessore Moratti ha proseguito: "Il secondo punto della strategia è la preparazione, in caso di necessità di richiami, di un nuovo modello vaccinale senza i centri massivi bensì basata su piccoli centri, medici di base, aziende e farmacie. Siamo stati la prima regione a presentare al governo il nostro modello organizzativo, precedendo il modello nazionale sui richiami. Quindi ora siamo in attesa di avere conferma della necessità dei richiami sulla base di rassicurazioni scientifiche. Infine abbiamo fatto una sperimentazione di tamponi salivari nelle scuole lombarde che è andato bene e pensiamo di estenderla in funzione della ripartenza dell'anno scolastico a settembre. D aultimo abbiamo elaborato un piano famiglia per permettere ai giovani di avere la prima dose prima delle vacanze e la seconda dopo per rientro a scuola sicuro".

Ha quindi concluso il coordinatore della campagna vaccinale lombarda Guido Bertolaso: "Non sono riuscito a conseguire la vaccinazione completa come avevo previsto il 30 giugno ma perché il numero di vaccini arrivato era inferiore rispetto alle stime. Comunque il risultato è positivo: facciamo 107mila vaccinazioni in Lombardia, più di tutte le altre regioni. La nostra regione ha il 17% della popolazione italiana ma facciamo il 18% di vaccinazioni nazionali. Per far fronte alle vaccinazioni eterologhe arriveranno 100mila dosi in più di vaccini mRna mentre dal 25 giugno i cittadini lombardi potranno spostare la seconda dose una sola volta".