Carbonate

Crescono i contagi, ma anche i guariti a Carbonate

 Sono 55 i positivi, 13 in più, quindi  in leggera diminuzione. Il sindaco:  "I provvedimenti di parziale chiusura iniziano a dare i suoi frutti"

Crescono i contagi, ma anche i guariti a Carbonate
Comasca, 14 Novembre 2020 ore 16:00

 

Crescono i contagi, anche se meno rispetto alle settimane scorse, ma anche i guariti: oggi sono 16 quelli con tampone negativo.   Marazzi: “Invito a prestare attenzione anche in famiglia: in molti casi  si è osservato come il virus abbia progressivamente contagiato l’uno dopo l’altro tutti i membri dello stesso nucleo familiare”.

 Crescono i contagi, ma anche i guariti

La morsa del contagio si allenta a Carbonate:  sono 13 i nuovi cittadini risultati positivi al Covid, in netta diminuzione rispetto alle scorse settimane. In totale oggi sono 55,  ma a fronte di 16 guariti “ossia di  persone che effettuando il secondo o terzo tampone di controllo e risultano negative”, sottolinea il sindaco Lia Marazzi facendo il punto settimanale sulla situazione emergenziale nel suo paese. “Sembra che i provvedimenti di parziale chiusura attuati in questi giorni iniziano a dare frutto, determinando una leggere diminuzione del numero complessivo dei positivi”, osserva Marazzi.

  “Attenzione al contagio in famiglia”

Il sindaco Marazzi osserva come il contagio si sviluppi all’interno della famiglia ed sorta i cittadini a prestare attenzione alle buone norme di prevenzione:

“Particolare attenzione va peraltro riservata alla possibilità di contagio all’interno della medesima famiglia. In un più di un caso si è infatti osservato come il virus abbia progressivamente contagiato l’uno dopo l’altro, tutti i  membri di uno stesso nucleo familiare. Anche in famiglia siamo pertanto invitati  ad applicare le poche semplice regole di prevenzione a tutti note e consigliate, in particolare quando vi è la presenza che, per età o malattia, presentano particolari fragilità”.

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia