Eventi
Castellanza

Terre di Lombardia protagoniste a Castellanza

Dal 16 ottobre al 6 novembre mostre e incontri con autori a Castellanza per la rassegna Archivi Aperti

Terre di Lombardia protagoniste a Castellanza
Eventi Valle Olona, 11 Ottobre 2022 ore 15:21

L’ Archivio Fotografico Lombardo (AFL), istituito nel 2021 nel comune di Castellanza (VA) per promuovere la conoscenza del territorio di riferimento, nell’ambito del progetto Archivi Aperti - Rete Fotografia propone la prima edizione della rassegna "Terre di Lombardia. La fotografia racconta il territorio", a cura di Claudio Argentiero e Archivio Fotografico Italiano, in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Castellanza, Politecnico di Milano- Dipartimento di Architettura e Studi Urbani (DAStU), per la mostra di Francesco Secchi, della Polizia di Stato, con il patrocinio della Provincia di Varese e dell’Ordine degli Architetti della Provincia di Varese e con il supporto della Fondazione Comunitaria del Varesotto onlus.

Terre di Lombardia, quattro mostre a Castellanza

Quattro le mostre scelte di rispettivi autori, che propongono percorsi visivi articolati finalizzati alla comprensione dei luoghi, ma anche storie di vita quotidiana, lavoro e ambiente, tra passato e presente.

Amedeo Vergani - Lombardia. Le radici della nostra identità

Le tradizioni e le radici della Lombardia, la vita quotidiana delle persone, la loro cultura e i loro riti, le feste e i paesaggi. È dedicata al territorio lombardo la mostra fotografica “Le radici della nostra identità” di Amedeo Vergani, fotografo capace di narrare con stile ed eleganza compositiva. La mostra, promossa dal Circolo fotografico di Inverigo, propone 62 fotografie selezionate dall’archivio di Amedeo Vergani composto da più di un milione di immagini di tutto il mondo.

Gli scatti esposti a Palazzo Pirelli attraversano il territorio lombardo e le sue trasformazioni dagli anni Settanta agli anni Ottanta. Gesti e situazioni che raccontano l’identità di intere comunità come l’agnello alzato al cielo durante la festa di Sant’Antonio a Company General Use. Vercana sulle sponde del Lago di Como, o il braccio di un’infaticabile lavoratrice della coltivazione del riso in un cascinale a Cergnago, nel Pavese.

Beniamino Pisati - Lassù

In Valtellina, nel cuore delle Alpi, ogni estate le mucche vengono spostate dal fondo valle ai pascoli in altura (tra i 1500 e 2000 metri) dove la qualità e varietà dell’erba donano ai formaggi una qualità sopra la media. La lavorazione del latte in quota porta con sé difficoltà a causa
dell'asprezza del territorio: non ci sono strade, spesso l’energia elettrica non arriva, gli alloggi sono umili. Occorre grande forza, sacrificio e dedizione. Company General Use. Il mondo pastorale ha sempre avuto un ruolo centrale nella storia della civiltà, nella letteratura è sempre stato celebrato come idilliaco e spensierato. L’aggettivo bucolico viene dal greco boukolus, pastore di buoi. E’ stato ed è fondamentale per l’ambiente: senza gli alpeggi scomparirebbero i pascoli, molte forme di vita si estinguerebbero, aumenterebbero i dissesti idro-geologici, il territorio diventerebbe più povero, monotono ed inospitale e perderebbe completamente l'attrattiva turistica.

In un mondo dominato dalla fretta, che ha perso il senso del ‘presente’ e trascura i segni del passato, Lassù esiste ancora un mondo rurale senza tempo, profondamente radicato nella cultura contadina alpina e che scandisce la vita di questa gente e delle sue vallate, importante non solo economico, grazie alla produzione di rinomati formaggi, ma soprattutto per gli aspetti storici e culturali che questo mondo conserva e rinnova, un patrimonio inestimabile che costituisce la memoria di modi di governo delle risorse naturali, di antichi saperi, di economie sostenibili.

Francesco Secchi - Ricerche e fotografia di paesaggio in Lombardia - Indagini sulle fragilità territoriali

“Ricerche e fotografia di paesaggio in Lombardia” presenta gli esiti di attività di ricerca svolte dal Dipartimento di Architettura e Studi Urbani (DAStU) del Politecnico di Milano a supporto del processo di elaborazione di dispositivi per l’indagine e la pianificazione del paesaggio in Lombardia.

Un percorso di ricerca che sperimenta una sfida originale e ambiziosa: affiancare ad approcci analitici interpretativi condotti con gli strumenti dell’urbanistica e dell’analisi paesaggistica un’ampia e puntuale campagna fotografica del territorio regionale.

L’indagine realizzata da Francesco Secchi è indirizzata a riconoscere e individuare le fragilità più radicate e pervasive del paesaggio, esito delle modificazioni antropiche dello sviluppo novecentesco e contemporaneo, sia nei suoi interventi trasformativi sia nelle dinamiche dell’abbandono.

Paesaggi orizzontali - Uno sguardo inconsueto del territorio lombardo

Immagini aeree sul lavoro degli Agenti del 2° Reparto Volo della Polizia di Stato di Milano Malpensa. La mostra raccoglie 15 splendide immagini catturate dai fotografi che hanno documentato le attività del 2°Reparto Volo; sorvolando le città e il territorio con gli equipaggi hanno potuto godere di un punto di vista privilegiato sul paesaggio lombardo e proprio da questa osservazione nasce l’idea di esporne il risultato.

Mirko Ceriotti - La luna e il Monte Sacro di Varese

Il progetto di Mirko Ceriotti è un omaggio alla bellezza del territorio, che lo vede impegnato da tempo nella realizzazione di serie fotografiche finalizzate a diffondere il valore storico e artistico di luoghi sparsi in provincia di Varese. Company General Use. Il Sacro Monte, patrimonio Unesco, è conosciuto per l’importanza storica, per la sua collocazione che consente un incessante dialogo tra architettura e ambiente, lasciando allo sguardo di vagare tra la vegetazione, ampi panorami che digradano verso la valle, oppure scrutando dalle grate l’armonia delle forme, quelle delle statue secentesche, pura arte che diviene devozione.

Incontri e presentazioni di libri

  • Domenica 23 ottobre, alle 17, piazza Soldini 8, Castellanza

INCONTRO IN ARCHIVIO AFL – Archivio Fotografico Lombardo

L'Archivio Fotografico Lombardo raccoglie immagini del passato e del presente, che conserva con cura. Durante la visita sarà possibile visionare lastre ascoltando la storia che le identifica, stampe analogiche e vintage, portfolio a progetto, stampe fine art, chiacchierando con i responsabili, anche per possibili collaborazioni.

Obbligatoria la prenotazione. - Massimo 15 partecipanti

Ai partecipanti sarà riservato in omaggio un libro di Ritratti d'Epoca, composto da immagini ottenute da lastre di inizio '900.

INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI: afi.fotoarchivio@mail.com / whatsapp 333 3718539 / sms 347 5902640

  • Sabato 29 ottobre, ore 17

Villa Pomini – Via Don L. Testori, 14 – Castellanza (VA)

FOTOGRAFIA E EDITORIA – CONVERSANDO DI PROGETTI E STILI INCONTRO CON IL FOTOGRAFO GIORGIO GALIMBERTI

Presentazione del libro: George® - doART edizioni curato da Angelo Cucchetto e sostenuto da Lumix Italia.

A seguire: INCONTRO CON IL FOTOGRAFO GIANNI MAFFI

Presentazione del libro: QUARTIERE, ROZZANO, MILANO-1977/2022

AL TERMINE VISITA GUIDATA ALLE MOSTRE DELLA RASSEGNA TERRE DI LOMBARDIA
Ai partecipanti che si prenoteranno, in omaggio il libro: Terre Identità Lavoro - Collana Afi

Info e prenotazioni: afi.fotoarchivio@mail.com / whatsapp 333 3718539

INFORMAZIONI ORGANIZZATIVE
Luogo: Villa Pomini – Via Don Luigi Testori, 14 – Castellanza (VA)
Periodo espositivo: 16 ottobre – 6 novembre 2022
Inaugurazione-Presentazione e visita guidata alle mostre: 16/10/2022 ore 17
Orari visita: sabato 15-18,30 / domenica 10-12 - 15/18,30 – Ingresso Libero
Coordinazione: Archivio Fotografico Italiano
Curatore: Claudio Argentiero
Contatti e informazioni: e-mail afi.fotoarchivio@gmail.com
sms 3475902640 – Whatsapp 333 3718539

Seguici sui nostri canali