Eventi
Tradate

Riprese le benedizioni natalizie nelle case.. ma su prenotazione

Dopo un anno di stop a causa del Covid, da inizio novembre sono tornate in piena sicurezza le viste domiciliari di sacerdoti e laici

Riprese le benedizioni natalizie nelle case.. ma su prenotazione
Eventi Tradate, 28 Novembre 2021 ore 11:30

 

 

In vista del Natale, considerata la pandemia, che mette a rischio i sacerdoti e le famiglie, non è possibile battere a tappeto tutte le case della città, ecco allora la decisione di benedire solo su richiesta. Una visita in piena sicurezza sia per religiosi e laici che per le famiglie.

 Ritorna, dopo un anno di stop, la benedizione natalizia nelle case

 

Riprende quest’anno la tradizionale visita natalizia alle famiglie organizzata dalla Comunità Pastorale del Santo Crocifisso. «La pandemia ci ha costretto lo scorso anno a sospendere l’attesa visita alle famiglie in occasione del S. Natale. Essendo migliorate quest’anno le condizioni generali, le Autorità Civili e la Curia Arcivescovile consentono la visita natalizia dei sacerdoti, religiosi e laici seguendo precise regole», sottolinea il prevosto don Gianni Cazzaniga insieme ai sacerdoti di Tradate, Abbiate e Ceppine.

Benedizione su richiesta

Le famiglie che desiderano la visita -benedizione natalizia devono aver fatto esplicita richiesta consegnando in chiesa (nell’apposito contenitore) il modulo debitamente compilato o telefonando alla segreteria della propria parrocchia . A partire dal 3 novembre è iniziata la visita alle famiglie.

Ecco le nuove regole per una benedizione in sicurezza

La Parrocchia ha comunicato le nuove regole per la visita domiciliare in vista del Natale.

"Non è possibile visitare le case in cui vive chi ha avuto sintomi influenzali o temperatura corporea superiore ai 37,5°C negli ultimi tre giorni; chi si trova in quarantena o in isolamento; chi ha avuto contatti con persone positive al Covid-19 negli ultimi 14 giorni, salvo diversa disposizione dell’Autorità sanitaria». Per una migliore sicurezza precisano i sacerdoti della parrocchia «si sosterà, se possibile, in un ambiente che sarà arieggiato prima e dopo il momento di preghiera oppure ci si fermerà sulla soglia. Tutti i presenti dovranno tenere la mascherina e si manterrà sempre la distanza interpersonale di un metro. La visita avrà una durata massima di circa 10 minuti. Porteremo ad ogni famiglia l’immagine con la preghiera e il calendario 2022 della nostra Comunità. È possibile consegnare al sacerdote / religiosa / laici che compiono la visita concordata nel giorno e orario fissati un’offerta per le necessità della propria parrocchia e rinnovare l’abbonamento a Concordia.

 Attenti alle truffe

La parrocchia mette in guardia i fedeli:

"Nessun altro è autorizzato  a raccogliere prima o dopo presso le abitazioni offerte a nome della parrocchia. Per ogni incertezza al riguardo, telefonate in parrocchia. Confidiamo nella collaborazione di tutti» concludono i sacerdoti della Comunità Pastorale.