Venegono Inferiore

Finalmente, l'inaugurazione: taglio del nastro per la biblioteca di Venegono Inferiore

Premazzi: "Sogno e progetto che si avvera". Ampollini (Fondazione Comunitaria del Varesotto): "Luogo vivo che nobilita la comunità che la ospita"

Finalmente, l'inaugurazione: taglio del nastro per la biblioteca di Venegono Inferiore
Eventi Tradate, 11 Settembre 2021 ore 13:37

Si è tenuta stamattina la cerimonia di inaugurazione della biblioteca di Venegono Inferiore, rimessa a nuovo durante il 2020. Il sindaco: "C'è voglia di ripartire, farlo cominciando da una biblioteca è motivo di vanto".

Taglio del nastro alla biblioteca di Venegono Inferiore

S'è dovuto aspettare circa un anno dopo la fine dei lavori ma finalmente questa mattina la biblioteca di Venegono Inferiore è stata ufficialmente inaugurata. Un momento a lungo rimandato a causa della pandemia e di un clima, non solo in paese, certo poco adatto a un momento di festeggiamento come quello che un taglio del nastro porta con sè.

Ad aprire la cerimonia, che ha visto la partecipazione anche dei rappresentanti di associazioni e realtà cittadine, il sindaco Mattia Premazzi:

"Quella di oggi è una giornata importante, molto attesa. Inauguriamo un'opera pubblica per il nostro comune e lo facciamo in un momento particolare, dove c'è tanta voglia di ripartire. Farlo ripartendo da una biblioteca per noi è motivo di vanto. Si tratta di un progetto per tutta la comunità, un desiderio nato durante la mia prima Amministrazione e diventato realtà grazie alla collaborazione con tantissime realtà del nostro territorio e soprattutto con la Fondazione Comunitaria del Varesotto. Il loro contributo economico non solo ci dà la possibilità di acquistare strumenti e tecnologie ma ci dà anche la possibilità di realizzare progetti di aggregazione soprattutto per i giovani, alcuni dei quali sono già cominciati come il Progetto MIA, che ha vivacizzato l'estate venegonese".

1 foto Sfoglia la gallery

Ampollini: "Biblioteca come luogo di conservazione e luogo d'incontro"

Presente davanti al nastro tricolore, insieme a Premazzi e al sindaco del Consiglio Comunale dei Ragazzi Francesco Fumagalli, il Presidente di Fondazione Comunitaria del Varesotto Maurizio Ampollini:

"Mi sento in prima persona legato a Venegono: per sette anni sono stato direttore della biblioteca del seminario. In questo progetto la Fondazione ha trovato quel 'quid' in più che ci ha fatto credere in esso. Crediamo infatti che sia ormai necessario sfatare l'idea di biblioteca come luogo chiuso, statico. L'idea di Venegono risulta vincente perché vede nella biblioteca non soltanto un luogo di conservazione del sapere ma sapere ma anche uno spazio delle idee, che diventa motore di attività e iniziative e che trasforma la biblioteca in un luogo di incontro. Un luogo vivo, dunque, che nobilita la comunità che la ospita".