Paralimpiadi: Bebe Vio trionfa nel fioretto. Per lei secondo oro individuale consecutivo

La ventiquattrenne veneta ha sconfitto per 15-9 la cinese Jingjing Zhou, che aveva già battuto sulla pedana della finale di Rio cinque anni fa

Paralimpiadi: Bebe Vio trionfa nel fioretto. Per lei secondo oro individuale consecutivo
Sport 28 Agosto 2021 ore 18:29

«Se sembra impossibile allora si può fare… 2 vote». Ha usato poche parole Bebe Vio per commentare sui social la vittoria del suo secondo oro paralimpico consecutivo nel fioretto femminile, categoria B. A Tokyo la ventiquattrenne veneta ha sconfitto per 15-9 la cinese Jingjing Zhou, che aveva già battuto sulla pedana della finale dei Giochi Paralimpici di Rio cinque anni fa, con il punteggio di 15-7.

 

 

Come riportano i colleghi del portale News Prima, quella disputata dalla campionessa azzurra è stata una finale straordinaria, a coronamento di un percorso netto: sei successi su sei nei gironi, poi le vittorie in totale dominio nei quarti e in semifinale, prima di una finalissima sempre in vantaggio fino alla stoccata finale.

Domani, domenica 29 agosto, Bebe Vio tornerà in pedana per la prova a squadre. Il successo della schermitrice è stato celebrato anche da Luca Pancalli, presidente del Comitato Italiano Paralimpico. «Bebe ha dimostrato ancora una volta di essere un’atleta di grande talento e di grande temperamento. Non è stato un periodo facile per lei. Nonostante questo è riuscita a tirare fuori tutta la propria forza per raggiungere questo obiettivo straordinario. Una vittoria nel pieno spirito del paralimpismo: dare sempre il massimo con il cuore e la determinazione, contro tutte le avversità».

«Il nostro medagliere si arricchisce dunque di un'altra preziosa medaglia che contribuisce a rendere questa avventura azzurra a Tokyo ancora più speciale – ha concluso Pancalli -. I miei complimenti dunque a Bebe, a tutta la squadra, ai tecnici e a tutta la Federscherma a partire dal Presidente Azzi per questa vittoria. Ora guardiamo avanti nella speranza che possano arrivare altre gioie da questa disciplina».