Caronnese, le giovanili prendono forma con Ferrara e Gagliardi

Caronnese, le giovanili prendono forma con Ferrara e Gagliardi
Sport Saronno, 26 Giugno 2021 ore 17:00

Continuano le presentazioni ufficiali della Caronnese che, in attesa di lavorare sulla prima squadra, inizia a mettere basi solide per le proprie giovanili. Dopo le presentazioni di Michele Brizzo e Maurizio Brocca, infatti, la società rossoblù ha annunciato gli arrivi di Luigi Ferrara e Antonio Gagliardi. Il primo sarà il nuovo responsabile del settore giovanile agonistico, il secondo andrà a ricoprire il ruolo di responsabile dello scouting.

 

Giovanili, si cerca una nuova fiammata

Nuovi ingressi nelle giovanili della Caronnese, per cercare di dare una nuova fiammata al panorama rossoblù. Che, anche nel panorama al di sotto della prima squadra, vuole essere particolarmente ambizioso. Ferrara arriva alla Caronnese con un bagaglio professionale importante alle spalle: dopo un’esperienza come allenatore di calcio a 5 alla Soccer Boys, è diventato poi allenatore dei giovanissimi regionali con 3 finali Lombardia raggiunte, quindi da tecnico diventa direttore sportivo del settore giovanile e poi direttore sportivo alla Castellanzese dove in 8 anni ha raccolto ottimi risultati facendo crescere in maniera esponenziale i numeri del suo vivaio. Gagliardi, invece, vanta una carriera trentennale, di cui 25 anni proprio nello scouting. Il nuovo dirigente rossoblù dopo tanti anni al Roncalli ha lavorato anche due anni alla Lainatese con Davide Fontolan, ex calciatore dell’Inter. Gagliardi ha anche ricoperto il ruolo di osservatore del Como e ha poi continuato la sua esperienza alla Castellanzese prima di approdare alla Caronnese.

 

Le parole dei due nuovi arrivati

Ferrara è carico in vista del nuovo ruolo: “Vogliamo far crescere un settore giovanile di una società importante che milita in una categoria importante. La crescita non sarà immediata ma la Caronnese merita un settore giovanile importante tanto quanto la prima squadra. Bisogna dedicare molta attenzione al settore giovanile ed è quello che noi vorremmo fare e che faremo. Speriamo di riuscire a costruire un settore giovanile importante anche a livello di numeri e di replicare quanto di buono fatto a Castellanza". Gli fa eco Gagliardi: "Ho avuto tante richieste quest’anno quando si è saputo che sarei andato via da Castellanza. Ho fatto cose discrete in carriera ma non spetta a me dirlo anche se i numeri parlano. Ho fatto anche qualche errore non prendendo dei giocatori che ora sono professionisti ma ci sta e fa parte del gioco. Sono conosciuto sul territorio, apprezzato e stimato. Speriamo di fare bene alla Caronnese con i miei nuovi colleghi. Mi auguro che il nostro apporto riesca a incrementare la qualità: ho accettato volentieri questa sfida".

 

TORNA ALLA HOME