Spettacoli

Riparte la stagione del Teatro Giuditta Pasta di Saronno

Riparte la stagione del Teatro Giuditta Pasta di Saronno
Saronno, 26 Settembre 2020 ore 14:00

Il cartellone dell’edizione 2020/2021 prende il via il 3 ottobre con i Legnanesi.

Presentata la nuova stagione al Pasta

Dopo mesi di chiusura forzata il Presidente della Fondazione Oscar Masciadri e il Consiglio d’Amministrazione (Riccardo Ricchetti e Valeria Vanossi) hanno presentato alla stampa e al numeroso pubblico presente in sala, la prossima Stagione Teatrale intitolata: INNAMORATI DEL TEATRO.
Una stagione per ora breve, da ottobre a dicembre, che – pur nel rispetto delle regole che tutelano la salute dei lavoratori e del pubblico – vede alternarsi sul palco produzioni importanti e artisti di grande caratura garantendo quella pluralità di voci e stili che da sempre contraddistinguono il cartellone del teatro saronnese.
Quattordici titoli che spaziano dalla prosa, alla musica, dalla danza alla comicità con incursioni nel teatro civile. Non mancheranno inoltre gli spettacoli dedicati ai più piccoli a alle loro famiglie.

Gli spettacoli in cartellone

Dopo l’immancabile appuntamento con I Legnanesi che apriranno ufficialmente la stagione il 3 e 4 ottobre con lo spettacolo Ridere, si cambia totalmente registro. Un ensemble tutto femminile renderà omaggio a Ennio Morricone con C’era una volta Morricone. Il suono e la Leggenda; uno straordinario viaggio per ripercorre e riscoprire la figura di uno dei più grandi compositori del novecento.

Sarà poi la volta di Lucilla Giagnoni, attrice molto amata al Giuditta Pasta che porterà in scena ben tre spettacoli del suo repertorio: Vergine Madre (22 ottobre), Furiosa Mente (5 novembre) e Magnificat (19 novembre).

Un felice ritorno anche per Marisa Laurito che con Lysistrata (24-25 ottobre) toccherà numerosi temi cari ad Aristofane: la guerra, l’emancipazione femminile, il pacifismo e la condizione della donna.

Un altro omaggio questa volta a Fellini (31 ottobre) a firma di Teatro Blu e degli atletici danzatori Kataklò. Uno spettacolo poetico ed esplosivo dove il teatro si mescola con le arti circensi, la danza acrobatica e le più belle melodie di Nino Rota.

Dopo il successo della scorsa stagione con lo struggente spettacolo Pesce D’Aprile, torna in veste totalmente comica e come unica protagonista la bravissima Tiziana Foschi con Faccia un’altra faccia (6-7 novembre).

A seguire Marina Massironi e Roberto Citran ci faranno addentrare negli scenari di un’America sempre percorsa da forti divari sociali con Le verità di Bakersfield (14-15 novembre), un incalzante e sorprendente dramma comico, ispirato a eventi realmente accaduti.

Magia, prestidigitazione e giochi di parole saranno i protagonisti dello show del funambolico Raul Cremona. The Magician (20-21 novembre).

Ritorna finalmente al Giuditta Pasta un attore molto amato Corrado Tedeschi. Questa volta lo accompagna la figlia Camilla, in uno spettacolo molto ironico e divertente che indaga i rapporti genitori-figli: Partenza in salita (28-29 novembre).

Gabriele Cirilli porta in scena uno spettacolo nato durante i mesi di lockdown Mi piace … chi l’avrebbe mai detto (4-5 dicembre). Uno show ricco di aneddoti e monologhi dove l’interazione diretta con il pubblico presente in sala è la vera protagonista.

Si ritorna alla prosa con Maria Amelia Monti e Roberto Turchetta che interpretano magistralmente un dramma di una delle scrittrici più emblematiche della narrativa italiana Natalia Ginzburg in La parrucca (12-13 dicembre).

A chiudere l’anno due appuntamenti immancabili con il Gospel e con lo spettacolo della notte di San Silvestro. I titoli e le compagnie sono ancora in fase di definizione.

Biglietti e abbonamenti 

I biglietti e gli abbonamenti per gli spettacoli sono già in vendita al botteghino e online dal 30 settembre sul sito del Teatro.
Per garantire il giusto distanziamento e soddisfare le richieste di biglietti alcuni titoli in cartellone andranno in scena in doppia replica. Inoltre la sicurezza del pubblico verrà garantita sanificando quotidianamente gli spazi, utilizzando un adeguato impianto di condizionamento. Verrà chiesta anche la collaborazione del pubblico a cui verrà misurata la temperatura e sarà d’obbligo indossare la mascherina.

“Grazie al nostro pubblico”

“Un doveroso grazie anche a tutto il nostro pubblico e ai numerosi spettatori che hanno deciso di rinunciare al rimborso del biglietto per devolvere l’intero importo come donazione per il teatro. Grazie, grazie e ancora grazie questa stagione è soprattutto per voi! Il teatro è una grande forza civile perché è il luogo dove le persone si incontrano, perché toglie la paura del diverso, dell’altro, dell’ignoto e lo fa divertendo, commuovendo, suscitando emozioni. Sicuri di aver lavorato con grande entusiasmo, consci della responsabilità che un teatro deve avere nei confronti del suo pubblico, ci auguriamo che le nostre proposte possano, anche stavolta, incuriosirvi, stimolarvi, appassionarvi”. Info: www.teatrogiudittapasta.it.

 

TORNA ALLA HOME

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia