Scuola
Saronno

Successo degli studenti del Prealpi al concorso "Peppino Impastato"

Dirigenti e professori: "Cultura e la promozione di iniziative come queste, sono il modo migliore per unire e creare un futuro migliore per gli alunni"

Successo degli studenti del Prealpi al concorso "Peppino Impastato"
Scuola Saronno, 09 Febbraio 2021 ore 08:36

Anche quest’anno l’Istituto Prealpi ha partecipato alla terza edizione del “Concorso nazionale letterario artisti per Peppino Impastato”, indetto dall’associazione culturale “La Piccola Orchestra”, con gli alunni delle classi IV ITT e V IPO.

Premi e menzioni per gli studenti del Prealpi

Tra i molteplici Istituti che hanno partecipato al concorso l’Istituto Prealpi ha ricevuto premi e menzioni grazie all’impegno e bravura di alcuni alunni che saranno premiati sabato 24 aprile 2021 a Monza. Il Premio Speciale “Maria Montessori” verrà assegnato a Martina Lopatriello IV ^ ITT con “La ragazza che ha iniziato a camminare a 8 anni”; Menzione d’onore – Finalisti a Giada Gesualdo, Simone Bocchi, Giuseppe Ribrello, Gabriel Del Missier e Denis Cuppari 5^ IPO con la poesia “I tuoi occhi” e Menzioni di merito a Alessandro Fornaro, Mara Isac, Antonia Murè, Beatrice Rezzonico e Riccardo Riva 5^ IPO con la poesia “Il vento”.

3 foto Sfoglia la gallery

Il concorso è intitolato a Giuseppe Impastato, meglio noto come Peppino, un giornalista, conduttore radiofonico e attivista italiano, membro di Democrazia Proletaria e noto per le sue denunce contro le attività di Cosa Nostra, a seguito delle quali fu assassinato il 9 maggio 1978. Un concorso al quale l’Istituto ha l’onore di partecipare ogni anno per ricordare agli studenti e non solo il coraggio di combattere contro ogni forma di violenza fisica e psicologica e rendere tutti consapevoli che ciò può avvenire anche «incoraggiando e valorizzando l’attività letteraria e musicale».

Ed è per questo che due docenti dell’Istituto: la professoressa Giulia Macchi e lo storico professor Salvatore Pidone hanno voluto anche quest’anno presentare le opere dei loro studenti, per mostrare come le “parole e i pensieri, possano cambiare il modo di vedere il mondo e viverlo”. Il professor Carlo Manzoni, fondatore e direttore dell’istituto, l’amministratore del Prealpi, il professor Paolo Strano e il Dirigente scolastico, il Professor Franco Marano, si dichiarano molto soddisfatti dei risultati raggiunti dai loro studenti e si dicono convinti che la cultura e la promozione di iniziative come queste, siano il modo migliore per unire e creare un futuro migliore per gli alunni che usciranno dal loro Istituto.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter