Scuola
Tradate

Rita Macchi lascia la Saporiti dopo 30 anni: "Tradate non finirà mai di ringraziarla"

Fine di mandato anche per il vicepresidente Giorgi. Il ringraziamento a entrambi del gruppo di Partecipare Sempre

Rita Macchi lascia la Saporiti dopo 30 anni: "Tradate non finirà mai di ringraziarla"
Scuola Tradate, 08 Novembre 2022 ore 12:44

La fine di un'epoca, è il caso di dirlo, per l'asilo Saporiti di Tradate: ieri, lunedì 7 novembre, la storica presidente Rita Macchi ha concluso il suo mandato, lasciando la guida della Fondazione dopo 30 anni di servizio.

Rita Macchi lascia la Saporiti, il ringraziamento di Partecipare Sempre

Oltre a Macchi, eletta in rappresentanza della maggioranza consiliare, ieri ha terminato il suo incarico anche il Vicepresidene della Materna Saporiti Fabio Giorgi, rappresentante della minoranza. A loro è dedicata una nota di ringraziamento del gruppo di Partecipare Sempre, "per l'impegno e la competenza dimostrata da entrambi".

"Ci teniamo in particolare - si legge nella nota - a ricordare il grande lavoro svolto in questi 30 anni da Rita Macchi, che inizialmente subentrò nel 1993 nel Consiglio di Amministrazione della Fondazione come componente eletto dai genitori, al tempo della Direzione di Suor Agata Poli, e a seguire con nomina comunale, proposta negli anni successivi sia da parte dei gruppi di minoranza sia da quelli di maggioranza presenti in Consiglio comunale. Rita Macchi, instancabile e determinata ha saputo guidare la scuola promuovendo relazioni positive con tutti i soggetti coinvolti, ha saputo mettere al centro le famiglie e il valore dell'educazione degli allievi che frequentano ed hanno frequentato questa scuola e che la vedono come una figura di riferimento; sicuramente non sono mancati i momenti più complessi e difficili come la gestione nel periodo della pandemia, ma con la sua determinazione e professionalità, insieme a tutto il Consiglio di Amministrazione e al personale scolastico, Rita ha saputo essere una guida vigile, attenta e diligente, mettendo  in primo piano il bene comune, per questo la comunità di Tradate non finirà mai di ringraziarla".

Seguici sui nostri canali