Varese

L'universtà Insubria è pronta a ripartire: "L'obiettivo è quello di tornare alla piena normalità fatta di confronto e dialogo in presenza"

Il rettore scrive a studenti e personale: "Chiediamo la collaborazione di tutti nel rispetto delle norme per garantire un'esperienza di vita universitaria di qualità e sicurezza"

L'universtà Insubria è pronta a ripartire: "L'obiettivo è quello di tornare  alla piena normalità fatta di confronto e dialogo in presenza"
Scuola Varese, 28 Agosto 2021 ore 16:58

L'università Insubria è pronta a ripartire. Il rettore Tagliabue scrive a studenti e personale: "L’obiettivo comune è quello di tornare alla piena normalità della vita accademica, fatta di confronto e dialogo in presenza, che sono i punti di forza del nostro Ateneo. La priorità è quella di garantire, in ogni caso e a tutti, un’esperienza di vita universitaria di qualità ed in sicurezza".

 Il rettore scrive a studenti e personale alla ripresa dell'università

 

Dal primo settembre l'Università Insubria riapre le porte a docenti e studenti. L'augurio del rettore Tagliabue:

"Cari studenti, studentesse, docenti e personale tecnico-amministrativo, come vi avevo preannunciato, la nostra Università è pronta a ripartire. Sono perciò necessari la collaborazione e l’impegno di tutti nel rispettare, con senso di responsabilità, le norme di sicurezza Covid e le regole che ci siamo dati per garantire che tutte le attività si svolgano con il massimo livello possibile di tutela della salute.

Come stabilito dal decreto legge 5 agosto 2021 n. 111, dal 1 settembre p.v., per accedere alle strutture di Ateneo, tutti noi: studenti, docenti, personale tecnico-amministrativo, assegnisti, borsisti, dottorandi e specializzandi, fornitori abituali ed eventuali ospiti esterni - dobbiamo essere in possesso della certificazione verde COVID19 e dobbiamo esibirla agli operatori di portineria incaricati di procedere alle verifiche del caso.

La “certificazione verde COVID19” non è necessaria per i soggetti che sono esenti dalla campagna vaccinale sulla base dei criteri stabiliti dal Ministero della Salute con apposita circolare: in tal caso sarà necessario esibire il certificato appositamente rilasciato. Regione Lombardia sta agevolando la campagna vaccinale e in proposito ha attivato un canale preferenziale per gli universitari, ivi compresi quelli provenienti da qualunque altra regione italiana o stato estero, attraverso l’accesso a: https://prenotazionevaccinicovid.regione.lombardia.it/.

Università Insubria

L’obiettivo comune è quello di tornare alla piena normalità della vita accademica, fatta di confronto e dialogo in presenza, che sono i punti di forza del nostro Ateneo. La priorità è quella di garantire, in ogni caso e a tutti, un’esperienza di vita universitaria di qualità ed in sicurezza. La didattica dell’anno accademico 2021-2022 si svolgerà in presenza con “certificazione verde COVID19” numeri contingentati, prenotando il posto in aula con l’applicazione Student Booking (www.uninsubria.it/student-booking). Ciononostante sarà sempre comunque garantita anche la didattica a distanza, tramite la collaudata piattaforma Microsoft Teams.

È utile ricordare che dovranno essere rispettate tutte le norme di sicurezza contenute nel PROTOCOLLO COVID di Ateneo (www.uninsubria.it/coronavirus) e alle quali siamo ormai abituati: controllo della temperatura, uso della mascherina, distanziamento e norme igieniche.

Sul sito web e sui canali social dell’Insubria – sempre aggiornati – sono disponibili tutte le informazioni dettagliate, in particolare nelle pagine: www.uninsubria.it/greenpass e www.uninsubria.it/coronavirus.

Fino al 30 Settembre valgono le indicazioni comunicate a luglio: www.uninsubria.it/ripresa-settembre.  A partire da Ottobre gli esami scritti e orali, si svolgeranno solo in presenza. Seguiranno aggiornamenti.

Sono certo che la nostra volontà, il nostro comune impegno nel lavoro e nello studio, uniti all’entusiasmo e al senso di responsabilità che contraddistinguono la nostra bella comunità accademica, garantiranno un importante contributo per una ripresa di successo del paese".