Scuola
Scuola

"La Marcia della Storia" delle scuole di Busto per la Giornata della Memoria

Tre tappe in città, con incontro dal vivo per conoscere l'orrore della Shoah

"La Marcia della Storia" delle scuole di Busto per la Giornata della Memoria
Scuola Busto Arsizio, 25 Gennaio 2023 ore 10:06

Preparativi in corso a Busto Arsizio per la Giornata della Memoria, anche le scuole al lavoro per insegnare ai propri studenti a conoscere e non dimenticare anche i momenti drammatici della nostra storia personale e dell’umanità, affinché “simili eventi non possano mai più accadere”. A questo scopo, venerdì 27 gennaio l’Istituto Comprensivo “Nicolò Tommaseo” ha deciso di organizzare "La Marcia della Storia".

"La Marci della Storia" per non dimenticare la Shoah

Ricorrenze, celebrazioni e anniversari sono parte integrante del piano di studi dei bambini e dei ragazzi, nel rispetto delle indicazioni ministeriali e in funzione della formazione di cittadini responsabili e consapevoli per una cittadinanza attiva. In occasione della Giornata della Memoria, però, l'Istituto Comprensivo bustocco ha ritenuto giusto fare un distinguo che ha portato alla redazione di un ricco programma che comprende anche testimonianze dal vivo sul Giusto tra le Nazioni Gino Bartali, e la realizzazione, da parte degli studenti della scuola secondaria di primo grado e delle classi quinte della scuola primaria di una marcia silenziosa. Studenti e docenti, infatti, in silenzio attraverseranno la città con tappe simboliche e la partecipazione delle istituzioni pubbliche.

Le tappe della Marcia

La marcia si sviluppa attraverso un itinerario cittadino che prevede una tappa presso il Parco degli Alpini, una al Museo del Tessile e una presso il Municipio. Saranno ripercorse le storie e i luoghi in cui si sono intrecciati i destini di dolore e di morte di molte persone. La marcia vuole essere un segno tangibile dello “Stupore per il male altrui” e, nello stesso tempo, un richiamo a ricordare, perché “Ricordare vuol dire non morire” (K. Athanasus).

Alle ore 8.30 ci sarà un momento d’incontro (in modalità telematica con tutta la scuola) con testimonianza dal vivo sul Giusto tra le Nazioni Gino Bartali. A questo momento di testimonianza parteciperanno Amedeo Marzaioli, testimone e amico personale di Gino Bartali e Angelo Salvatore Letizia, direttore di gara del Giro in Rosa.

Con loro sarà possibile non solo conoscere la personalità del “Giusto” ma sarà anche favorire un momento di riflessione dedicato ai tanti sportivi che, meno famosi e quindi non celebrati, hanno svolto pari azioni a favore dell’umanità. La programmazione seguirà alle ore 9.30 con i saluti dell’assessore allo sport del Comune di Busto Arsizio, Maurizio Artusa e partenza nel cortile della scuola dando così il via alla marcia.

Prima tappa sarà, per le ore 10.00 circa, il Parco degli Alpini dove sul tema “Verso il genocidio” ci sarà un momento di letture e riflessioni.

Seconda tappa, per le ore 10.30 circa, la marcia sarà in via Fratelli d’Italia (nei pressi del Municipio) dove, si parteciperà alla riflessione sulla deportazione e l’Indifferenza con testimonianze.

Terza tappa della marcia è quella delle ore 11.30 circa presso il Parco del Museo del Tessile nel ricordo de “I Giusti tra le Nazioni” con testimonianze. Qui vi sarà anche il saluto di Maria Grazia Celora (figlia di Luigi e intestatario del Museo Storico del Ciclismo di Busto Arsizio) e di Ernesto Malgrati (Presidente del Museo Storico del Ciclismo di Busto Arsizio). Con gli studenti si rifletterà su “La memoria dell’innocenza, per non dimenticare: versi e note”.

Il Dirigente Scolastico, prof.ssa Cristina Parisini, ringrazia gli studenti e le loro famiglie per l’impegno e collaborazione e ancora il personale scolastico e le istituzioni pubbliche, in particolare quelle comunali, per il supporto e la partecipazione.

Per altre informazioni sull’iniziativa e sulla scuola si rimanda al portale web della scuola (www.tommaseobusto.edu.it), al canale Youtube (link) della scuola, al giornale on line “BTP” (link) e alla pagina social https://www.facebook.com/icnicolotommaseobusto.

Seguici sui nostri canali