Verso il 14 settembre

La dirigente dell’Istituto Comprensivo di Tradate: “Pronti ad accogliere i ragazzi, loro sono la scuola” VIDEO

Nuovo messaggio "a reti unificate" della dirigente Paola Tadiello, che spiega come sarà il rientro a scuola per i ragazzi di Tradate: "Non vediamo l'ora, non ne posso più di vedere la scuola vuota"

Tradate, 31 Luglio 2020 ore 14:25

Paola Tadiello, dirigente dell’Istituto Comprensivo Galileo Galilei di Tradate, è tornata con un nuovo videomessaggio diretto agli studenti e alle famiglie delle scuole cittadine: tutto pronto per il ritorno in classe del 14 settembre.

Tadiello: “La scuola esiste ancora, non vediamo l’ora del 14”

C’è tanta voglia di rivedersi, di tornare al lavoro e a vedere affollati di studenti i corridoi delle scuole. La data che segnerà il primo suono della campanella dopo mesi dalla chiusura improvvisa di fine febbraio sarà il 14 settembre. E in queste settimane, istituzioni e mondo scolastico si sono date da fare insieme per trovare la via migliore per la ripresa delle lezioni nella massima sicurezza per i ragazzi e il personale scolastico. Ed è proprio per annunciare la “fumata bianca” che la dirigente dell’istituto Comprensivo Galileo Galilei di Tradate ha realizzato un nuovo video, in cui delinea anche come avverrà il rientro e cosa cambierà.

Niente classi divise

La collaborazione di tutte le parti coinvolte, dal Comune alla scuola passando per i responsabili della sicurezza, ha permesso di calcolare e ridefinire gli spazi scolastici, riuscendo a mantenere uniti tutti i gruppi classe che si erano salutati a febbraio. “Solo le future quarte della Battisti che erano già tantissimi diventeranno da due tre gruppi. Ma genitori lo intuivano, non si possono fare classi di 27, 28 ragazzi”, spiega Tadiello.

LEGGI ANCHE: L’appello della dirigente Tadiello: “Ragazzi studiate e siate diligenti”

Novità nei rientri

Com’era stato anticipato in commissione dall’assessore Erika Martegani, quando ancora si era nel campo delle bozze di progetto, cambieranno le modalità di ingresso e soprattutto i rientri.

“Per dare spazio a tutti – ha proseguito Tadiello – abbiamo fatto con il Comune, le agenzie, Baobab e i genitori del Consiglio d’Istituto questa scelta coraggiosa: le prime avranno il pomeriggio il lunedì,  le seconde il martedì, le terze il mercoledì, le quarte giovedì e le quinte venerdì. Questo ci aiuta a stare tutti a scuola, a fare la mensa, il doposcuola. Ci saranno difficoltà per i genitori ma è una scelta che ci permette di stare a scuola tutti e distanziati”.

LEGGI ANCHE: La dirigente Tadiello: “Contribuiamo ognuno col proprio ruolo e la propria modalità”

“La scuola sono gli studenti, non i muri”

“Ragazzi – ha concluso – vi accogliamo ma manteniamo le distanze, non possiamo ancora abbracciarci. Dobbiamo tenere la mascherina se richiesta, igienizzare spesso le mani, entrare distanziati. Se rispettiamo le regole riusciamo a fare tutto. Siete stati bravissimi durante il lockdown, sarete bravi anche in presenza. L’importante è riaprire: non ne posso più di vedere la scuola vuota. La scuola siete voi, non i muri. Certi progetti, certi eventi non li potremo garantire per quest’anno. Ci scusiamo già da adesso ma l’importante è rivederci tutti qua il 14 settembre. Vi aspetto, fatevi ancora questo mese di agosto, rasserenatevi e tranquillizzatevi. A settembre vi aspetto qua, perchè sarò ancora molto probabilmente la vostra preside”.

TORNA ALLA HOME

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia