Menu
Cerca
Scuola

Carabinieri a scuola: oltre 60 incontri online per diffondere la cultura della legalità

Oltre quattromila gli studenti delle scuole di ogni ordine e grado della provincia incontrati dai Comandanti e dagli Ufficiali dell'Arma

Carabinieri a scuola: oltre 60 incontri online per diffondere la cultura della legalità
Scuola Varese, 08 Giugno 2021 ore 12:41

Anche nell’anno scolastico 2020/2021 i Comandanti delle Compagnie Carabinieri dipendenti dal Comando Provinciale di Varese, hanno fornito un contributo alla formazione della “Cultura della Legalità”, partecipando a oltre 60 conferenze presso gli istituti scolastici della provincia, svoltesi a distanza secondo la modalità “on line”, nel rispetto delle limitazioni imposte dalla pandemia.

Lezioni di cultura della legalità a scuola con i carabinieri

Grazie a tale ciclo di videoconferenze gli Ufficiali incaricati hanno potuto rivolgersi a 1726 studenti delle scuole medie superiori e 2047 alunni delle scuole medie inferiori (rispettivamente 33 conferenze presso le superiori e 22 conferenze presso le scuole secondarie di primo grado), ai quali – oltre a un inquadramento generale sull’Arma dei Carabinieri e i suoi compiti istituzionali, sono stati forniti approfondimenti (in relazione alle età e secondo le esigenze/richieste dei docenti ovvero degli studenti durante l’incontro), su temi quali il rispetto dell’ambiente e degli interessi diffusi, la pedopornografia, il bullismo ed il Cyberbullismo, la sicurezza stradale, l’uso di sostanze stupefacenti e di alcolici tra i giovani, l’accesso ad internet e i rischi connessi.

2 foto Sfoglia la gallery

Presso altri sei istituti scolastici della provincia, sempre con la modalità “on line”, sono intervenuti anche i Carabinieri Forestali di Varese, che hanno approfondito temi legati alla specialità quali la tutela della biodiversità, gli incendi boschivi, il benessere degli animali.

Particolarmente attenti e soddisfatti anche i più piccoli: gli alunni delle scuole primarie hanno compreso appieno la vicinanza e la protezione che i carabinieri intendono offrirgli, ricambiandola con disegni e parole di gratitudine.

L’iniziativa sarà riproposta anche per il prossimo anno scolastico, a favore di tutti gli istituti che ne faranno richiesta e, se le misure lo consentiranno, sarà possibile anche far visita alle caserme.