Menu
Cerca
Venegono Superiore

Venegono, ad Ambrosetti la delega alla Cultura

Dopo mesi di interim del sindaco riassegnata la delega. Il consigliere: "E' arrivato il momento di ripartire e tornare a dare grande importanza e spazio alla cultura, come sempre fatto in questi anni"

Venegono, ad Ambrosetti la delega alla Cultura
Politica Tradate, 17 Maggio 2021 ore 13:49

Riassegnata la delega lasciata nelle mani del sindaco, Sara Ambrosetti è il nuovo referente dell’Amministrazione per la Cultura a Venegono Superiore.

Venegono, Ambrosetti delegata alla Cultura

Una delega consiliare arrivata dopo mesi di interim del sindaco Ambrogio Crespi a seguito della decisione del vicesindaco Ciro di Costanzo di lasciare la delega per motivi lavorativi. "Ambrosetti come Susanna Croci (assessore al Bilancio) e Riccardo Battiston (capogruppo) rappresenta il futuro dell’Amministrazione – commenta il primo cittadino – Sono ragazzi e ragazze giovani, laureati e riponiamo grande fiducia in loro. Negli ultimi anni abbiamo fatto investimenti importanti per la cultura, e altri sono in corso d’opera. Necessario quindi che ci fosse una persona che possa dedicarsi completamente a quel settore".

"Tanto da ricostruire dopo un anno di pandemia"

Ed è con l’entusiasmo tipico della politica più giovane e "fresca" che Ambrosetti si affaccia al nuovo incarico, sapendo che dopo un anno di pandemia che ha fermato tutte le attività le parole d’ordine saranno ricostruire e ripartire. E le idee sono già chiare: "Sono contenta e onorata di aver ricevuto la delega, l’ho accettata senza alcuna riserva. L’attenzione primaria sarà verso la nostra biblioteca che ha visto lavori importanti in questi anni e altri ancora in vista: sarà un punto focale, diventerà un vero e proprio polo culturale da cui ripartire dopo un periodo così difficile".

Non solo biblioteca perchè si sa, quello della cultura è un mondo fatto prima di tutto da volontari e associazioni:

"Non solo la cultura, anche la socialità ha pagato duramente questo periodo. Vogliamo rafforzare il rapporto con le associazioni, e abbiamo iniziato già da alcuni mesi a incontrarci e prepararci per cercare di ripartire già quest’estate nel rispetto dei protocolli che saranno indicati. E' arrivato il momento di ripartire e tornare a dare grande importanza e spazio alla cultura, come sempre fatto in questi anni".